Wall Street Italia cerca analisti ed economisti indipendenti: sveglia!

15 Dicembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK – E’ il momento di chiamare a raccolta chi ha ancora cervello, dignita’, carattere e una equilibrata visione dell’economia e della politica. Per questo Wall Street Italia cerca analisti di borsa non politicizzati, contrarian e anti-conformisti, ed economisti macro in grado di cantare fuori dal coro.

Se scrivete gia’ per siti e blog minori ma di qualita’, vi offriamo qui su WSI la visibilita’ di 7,5 milioni di pagine/viste e 480.000 visitatori unici al mese, con il credit e il link al vostro sito o blog. Bisogna che la voce e le analisi di persone non legate alle lobby dei PFR (Poteri Forti Riuniti) siano lette da piu’ italiani, ora che mancano 60 giorni alle elezioni piu’ importanti della recente storia d’Italia.

Se siete analisti di mercato, su azionario, bond, materie prime, valutario, etc etc e producete analisi con indicazioni di sell/buy/hold con grafici, supporti, resistenze, perfetto. Potete fare come gli amici di Borsari, che un bel giorno due mesi fa ci hanno scritto e chiesto: “Vi interessa una nostra collaborazione”? Adesso il loro pezzo settimanale di Analisi Ciclica e’ tra i piu’ letti. Possiamo anche inserire su queste pagine i vostri scritti sotto pseudonimo se siete analisti di grandi banche e SIM che vogliono mantenere l’anonimato senza compromettere il datore di lavoro.

Se invece siete economisti macro-economici, i requisiti sono: essere assolutamente contro il governo di Mario Monti (ma non lui personalmente, contro i partiti al potere che lo appoggiano, veri “mandanti” occulti del ventennale declino italiano) avendo il coraggio di confutare le sue politiche affossa-Italia, e a favore invece di riforme ferree del sistema bancario/finanziario (cui spetta per intero la responsabilita’ della Grande Crisi). Dovete essere inoltre contro la diabolica strategia imposta da euro-burocrati non eletti democraticamente, il cui scopo e’ mantenere i privilegi delle caste affamando i piu’ poveri, e a favore di un dibattito aperto e trasparente su quali misure servono per stimolare la crescita in Europa e su come gestire lo sviluppo dei cittadini europei riprogrammando sia le istituzioni che le econonomie.

Diciamo basta alle dannate politiche di feroce austerita’ filo-Germania imposte dalla troika (Ue, Bce, Fmi) delegate a governi amici delle banche che fanno da esecutori testamentari per popolazioni inermi. Altri due requisiti richiesti (e qui il cerchio si stringe): non dovete essere post-comunisti, e non dovete essere berlusconiani. Infine, abbiate per favore ricette per politiche di crescita sane, non drogate dalla finanza tossica ma incentrate sull’economia reale.

Bisogna insomma che, per scrivere su WSI, siate consapevoli di non avere alcun complesso di inferiorita’ nei confronti dell’establishment PFR (anzi dovete avere un notevole e radicale complesso di superiorita’ – e piu’ in la’ bisogna organizzarsi per dare una storica lezione a lor signori) ma allo stesso tempo attenzione a non cadere nel populismo becero e nelle tattiche agit-prop dell’anti-politica gruppettara tipica dell’ala paranoica e cospirazionista del web.

Infine, leggete qui e rispondete SI/NO a queste affermazioni:

1) Bersani non fara’ che replicare le ricette del governo Monti (SI/NO)
2) Al M5S di Beppe Grillo non sanno una fava di economia e mercati (SI/NO)
3) L’ipotesi di rottura dell’euro e la riforma Ue sono prioritarie (SI/NO)
4) Il sistema bancario va riformato radicalmente e gli azionisti e manager puniti (SI/NO)
5) L’Italia deve dettare la linea all’Ue perche’ il nostro default e’ una bomba atomica per l’intera economia mondiale quindi decidiamo noi come disinnescarla (SI/NO)

Se avete risposto SI ad almeno 4 di queste 5 affermazioni, inviate subito il vostro CV alla casella di posta WSI e nel giro di pochi giorni pubblicheremo i vostri primi articoli/analisi.

In realta’ per tutti – analisti, economisti e normali cittadini – basterebbe dire:

Sveglia, l’Italia va liberata!

grazie e buon lavoro,

Luca Ciarrocca
direttore
Wall Street Italia

________________________________________

Nota: abbiamo ricevuto 78 proposte serie e documentate da tutta Italia da analisti ed economisti indipendenti (solo 4 donne: assurdo, perche’?) che avrebbero piacere di scrivere per WSI: e’ sorprendente quale fame di autenticita’ e voglia di sbarazzarsi delle ipocrisie del “Regime PFR” (Poteri Forti Riuniti) ci sia nel paese. Contatteremo tutti e poi valuteremo come e con quali scadenze pubblicare i testi. Questo grande successo dovrebbe stimolare molti altri, tutti quelli ancora titubanti, ad uscire allo scoperto. E anche opinionisti politici e chi scrive di societa’ e costume. Niente piu’ rassegnazione, basta letargo, e’ ora di reagire. Sveglia, l’Italia va liberata!