WALL STREET CHIUDE IN ROSSO E IN NERO

9 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Al termine delle contrattazioni gli indici di borsa si trovano in posizioni contrastanti. Nasdaq strappa un rialzo superiore all’1% mentre Dow Jones archivia una modesta perdita sui realizzi di profitto.

Nasdaq ha chiuso a 3.874,94 (+1,29%), Dow Jones ha chiuso a 10.614,06 (-0,51%), S&P 500 a 1.456,95 (-0,32%) e Russell 2000 a 523,04 (+1,65%).

Ad animare i mercati ha contribuito in modo determinante il dato macroeconomico diffuso in prima mattinata da dipartimento del lavoro USA. L’indice dei prezzi alla produzione e’ rimasto invariato nel mese di maggio contro una previsione di crescita dello 0,2%.

Il dato dovrebbe tranquillizzare la Federal Reserve sul fronte delle spinte inflazionistiche, ma analizzando i numeri senza tenere conto delle componenti piu’ volatili (energia e alimentari), il cosiddetto “Core index” e’ aumentato dello 0,2%.

Un incremento modesto ma sufficiente a lasciare gli investitori nell’incertezza circa la decisione che la Banca Centrale Usa dovra’ prendere il prossimo 27 giugno sul costo del denaro.

Dopo la fiammata di apertura l’indice delle Blue Chips, che comprende i titoli tradizionalmente piu’ sensibili alle variazioni sul costo del denaro, ha consumato progressivamente i guadagni sini a cadere in rosso schiacciato dai realizzi di profitto.

Il tabellone elettronico del Nasdaq si e’ invece limitato a ridurre i guadagni iniziali per tenersi saldamente in territorio positivo sino alla conclusione degli scambi.

Il fermento nel settore high-tech arriva ancora una volta da Microsoft.

Dopo l’aspra battaglia giudiziaria conclusasi con l’ordine di spezzare in due la piu’ grande softwarehouse del mondo, l’antitrust ha lanciato segnali distensivi, aprendo uno spiraglio a un accordo extragiudiziale.

Il messaggio e’ subito stato raccolto dalla societa’ di Bill Gates e lo stesso amministratore delegato, Steve Ballmer, ha dichiarato da Bruxelles la sua piena disponibilita’ a trattare.

Sui listini marciano compatti in rialzo elettronici, difesa, costruzioni, sanita’.

In controtendenza perdono terreno gas e petroliferi.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi sulla borsa di New York:

Nel settore discografico, Warner Music Group, la divisione musicale di Time Warner (TWX) dopo giorni di trattative ha accettato di firmare un accordo con MP3.com (MPPP) per la distribuzione di file musicali in Rete. Il titolo MP3 ha segnato oggi un rialzo di poco superiore al 13%, mentre Time Warner ha guadagnato quasi l’ 1%.(vedi articolo WSI delle 08:57)

Nel settore dei servizi informatici, Electronic Data Systems (EDS) accentua le perdite della mattinata e ha chiuso la seduta con un ribasso del 26%. La banca d’affari Merrill Lynch ne ha diminuito oggi il rating da “Buy” a “Accumulate”. (vedi articolo WSI delle 09:25)

Nel settore finanziario, la banca d’investimento Lehman Brothers (LEH) e’ in trattative con Fidelity Investments per creare sinergie tra le due societa’. Il Wall Street Journal riporta che l’affare non comporti una vera e propria fusione, ma piuttosto una joint venture. A fine giornata, il titolo Lehman ha invertito la tendenza segnando un ribasso dell’ 1%.(vedi articolo WSI delle 10:01)

Nel settore dell’intrattenimento televisivo, il gruppo australiano News Corp. (NWS) intende lanciare uno spinoff della sua divisione satelliti e collocare poi la nuova societa’ sul mercato entro la fine dell’anno. Il titolo News Corp ha guadagnato il 2,5%.(vedi articolo WSI delle 10:02)

Nel settore farmaceutico, Mylan (MYL) ha annunciato oggi che gli utili del primo trimestre sono destinati a scendere sotto i 25 centesimi registrati un anno fa a causa della forte riduzione dei prezzi dei prodotti farmaceutici. Il titolo ha perso piu’ del 28%.(vedi articolo WSI delle 10:29)

Nel settore dei prodotti di largo consumo, Procter & Gamble (PG) ha perso il 2%. Ieri la societa’ aveva perso il 9% dopo l’annuncio su una ulteriore riduzione delle stime sugli utili trimestrali che hanno portato alle dimissioni dell’amministratore delegato.(vedi articoli WSI di giovedi’ 8 giugno 2000 delle 08:41, delle 09:19 e delle 11:49)

Nel settore della telefonia, il presidente di AT&T (T) ha deciso di riattivare il piano di aumenti delle tariffe telefoniche a lunga distanza per decine di milioni di utenti americani in modo da garantire che gli utili siano in linea con le stime degli analisti. Al termine della seduta, il titolo ha segnato un calo del 3%.

Nel settore dell’editoria, Barnes & Noble (BKS), il principale gruppo di librerie in America, ha deciso di ridurre da 15 a 10 il numero dei libri ‘piu’ venduti’ come strategia per aumentare i margini di guadagno, in quanto sui titoli che entrano in lista, Barnes & Noble applica uno sconto del 40% – 30% per i tascabili – detraendo questa percentuale dai suoi utili. Il titolo ha guadagnato oggi poco piu’ dell’ 1%.(vedi articolo WSI delle 10:41)

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York Stock Exchange (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(MOT) Motorola, Inc. 21,152,400 34.813 -1.438 -3.97%;

(EDS) Electronic Data Systems Corporation 17,560,500 43.000 -14.813 -25.62%;

(T) AT&T Corp. 16,661,600 34.250 -1.000 -2.84%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 15,012,200 59.500 -3.250 -5.18%;

(MCD) McDonald’s Corporation 14,572,600 33.375 -2.063 -5.82%;

(TYC) Tyco International Ltd. 11,208,700 46.188 -0.938 -1.99%;

(NT) Nortel Networks Corporation 9,538,100 59.000 +0.063 +0.11%;

(GE) General Electric Company 9,324,300 50.000 -0.875 -1.72%;

(MYL) Mylan Laboratories Inc. 9,847,900 17.063 -6.563 -27.78%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 9,094,800 26.375 -0.688 -2.54%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli più trattati al Nasdaq (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(CTXS) Citrix Systems, Inc. 49,069,600 41.313 -10.250 -19.88%;

(MSTR) MicroStrategy Incorporated 25,455,000 60.125 +16.000 +36.26%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 22,742,800 64.438 +0.750 +1.18%;

(MSFT) Microsoft Corporation 16,358,000 68.813 INVARIATO 0.00%;

(ORCL) Oracle Corporation 15,574,900 82.438 +0.063 +0.08%;

(QCOM) QUALCOMM Incorporated 14,154,900 79.125 +1.688 +2.18%;

(INTC) Intel Corporation 12,930,100 127.125 +0.938 +0.74%;

(DELL) Dell Computer Corporation 11,848,800 45.000 -0.313 -0.69%;

(WCOM) WorldCom, Inc. 11,566,500 42.250 +0.375 +0.90%;

(ICIX) Intermedia Communications Inc. 10,847,400 35.063 -6.563 -15.77%.