WALL STREET CHIUDE CON NASDAQ PIROTECNICO

3 Agosto 2000, di Redazione Wall Street Italia

La seduta e’ terminata con uno spettacolare recupero del tabellone elettronico che, dopo aver toccato in apertura un ribasso superiore al 3,8%, strappa un guadagno di oltre 100 punti.

Il Nasdaq ha chiuso a 3.759,80 (+2,77%), il Dow Jones ha chiuso a 10.706,58 (+0,18%), l’S&P 500 a 1.452,56 (+0,96%) e il Russell 2000 a 499,45 (-0,15%).

La seduta si e’ aperta infatti con un’ondata di ordini di vendita che in meno di sei minuti ha fatto sprofondare il tabellone elettronico del Nasdaq sotto quota 3.600 con una cessione di oltre 100 punti.

A scatenare la fuga dal tecnologico l’effetto combinato di notizie riguardanti due societa’: Kulicke & Soffa e Microsoft.

Kulicke & Soffa, nome poco noto al grande pubblico ma primo produttore mondiale di componentistica per semiconduttori, ha rivisto le stime sul fatturato e sugli utili per la seconda meta’ dell’anno.

Con un’effetto a catena sono entrate in picchiata Intel, Cisco e Sun Microsystem, tre grandi clienti di K&S.

Per Microsoft il vento di bufera e’ soffiato da Bruxelles: la commissione per la concorrenza dell’Unione Europea ha infatti aperto ufficialmente un’inchiesta contro la piu’ grande softwarehouse del mondo sull’ipotesi di abuso di posizione dominante.

I mercati, dopo il panico iniziale, sono tuttavia riusciti a recuperare nervi saldi e i cacciatori d’occasioni, approfittando di quotazioni ai minimi, hanno portato il Nasdaq al di fuori della zona di allarme e quindi al rally di chiusura.

Gli operatori sono pero’ guardinghi: domani mattina, prima dell’apertura dei mercati, e’ atteso il dato relativo all’occupazione Usa in luglio, il dato piu’ importante fra quelli che la Federal Reserve guardera’ il prossimo 22 agosto per decidere se mantenere i tassi d’interesse al 6,5% o procedere con un altro aumento.

La stretta estiva sul costo del denaro, accantonata dai mercati nelle ultime settimane, e’ tornata ad allarmare dopo la diffusione dei dati economici di stamane: gli ordini alle fabbriche sono infatti rimbalzati in giugno del 5,5%, ben al di sopra delle previsioni.

Un segnale che sta a indicare che l’atterraggio morbido dell’economia americana, per usare un’espressione cara al presidente della Fed, Alan Greenspan, non puo’ dirsi un obiettivo raggiunto.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi a Wall Street:

Nel settore informatico, International Business Machines (IBM) ha firmato un accordo strategico di marketing con il produttore di software texano Vignette Corp. (VIGN). Il titolo IBM ha invertito la tendenza e ha chiuso la giornata di contrattazioni con un rialzo dell’ 1%, mentre il titolo Vignette ha guadagnato il 13%.(Vedi Informatica: patto di non belligeranza da $1 Mld)

Nel settore dell’abbigliamento, Abercrombie & Fitch (ANF), una delle marche piu’ in voga tra gli studenti univesitari Usa, prevede per il secondo trimestre un utile al di sopra delle aspettative degli analisti di Wall Street. Oggi la societa’ ha pubblicato i dati relativi alle vendite di luglio che mostrano un rialzo del 22% sull’anno. Le vendite si sono attestate a $86,2 milioni. Il titolo Abercrombie ha guadagnato il 19%.(Vedi Moda: A&F aspetta l’apertura delle scuole)

Nel settore aereospaziale, la Federal Aviation Administration, l’organo di controllo dell’aviazione civile negli Stati Uniti, e’ pronta a infliggere una multa senza precedenti al costruttore Boeing (BA) per i problemi insorti nelle linee di assemblaggio di alcuni stabilimenti. Boeing avrebbe infatti notificato alle autorita’ gli inconvenienti dopo 14 mesi, anziche’ entro le 24 ore previste. Il titolo Boeing ha perso quasi il 2%.(Vedi Aerei: supermulta da $1,2 Mld per Boeing)

Nel settore informatico, la Commissione Europea ha oggi formalmente aperto un procedimento contro Microsoft Corp (MSFT) per abuso di posizione dominante sul mercato dei sistemi operativi per personal computer. L’intervento dell’esecutivo dell’Unione Europea e’ stato richiesto da Sun Microsystems (SUN) che ha accusato la piu’ grande softwarehouse del mondo di aver violato leggi UE sulla concorrenza rifiutandosi di fornire informazioni chiave riguardo al sistema operativo Windows 2000. Il titolo Microsoft ha invertito la tendenza chiudendo la giornata di contrattazioni con un rialzo di quasi l’ 1%, mentre il titolo Sun ha guadagnato quasi il 2%.(Vedi Antitrust: si apre fronte europeo per Microsoft)

Sempre nel settore informatico, Intel (INTC) ha chiuso la giornata di contrattazioni con un rialzo di quasi il 3% a quota $65,06.

Nel settore multimediale, Walt Disney Co. (DIS) ha guadagnato quasi il 1,5%. I dati di bilancio della societa’ sono attesi per oggi alla chiusura dei mercati.

Nel settore farmaceutico, Chiron Corp (CHIR) ha annunciato per il secondo trimestre utili di 30 centesimi ad azione contro le previsioni di 21 centesimi degli analisti. La societa’ prevede per l’anno fiscale 2000 utili di 80-85 centesimi. Il titolo Chiron ha guadagnato piu’ del 9,5%.

Nel settore dell’abbigliamento, Gap Inc. (GPS) prevede per il secondo trimestre utili di 2-3 centesimi inferiori alle aspettative di 23 centesimi degli analisti. Il titolo ha perso quasi il 6,5%.

Nel settore della telefonia mobile, gli analisti di Lehman Brothers ritengono che le vendite di Motorola (MOT) di componentistica per cellulari caleranno quest’anno a 80-85 milioni di unita’ dai 100 milioni di unita’ previsti dalla societa’. Il titolo Motorola ha perso l’ 1,5%.

Nel settore sanitario, Humana Inc. (HUM) ha annunciato utili netti di 11 centesimi per azione, in calo rispetto ai 17 centesimi dello scorso anno ma in linea con le aspettative degli analisti. Il titolo ha perso quasi il 2%.

Sempre nel settore sanitario, UnitedHealth Group (UNH) ha annunciato questa mattina utili per il secondo trimestre di $1,01 per azione, battendo le aspettative degli analisti di 3 centesimi. Il fatturato e’ in rialzo del 7% sull’anno a quota $5,22 miliardi. Il titolo ha guadagnato quasi l’ 1,5%.

Nel settore assicurativo, Aetna Inc. (AET), la prima societa’ americana di assicurazioni mediche, ha guadagnato piu’ dell’ 1,5%. Questa mattina la societa’ ha annunciato di essere alla ricerca di un nuovo dirigente per la divisione sanitaria.

Nel settore industriale, Kulicke & Soffa Industries (KLIC), il primo produttore al mondo di componentistica per semiconduttori, ha perso quasi il 25,5% dopo aver annunciato un ritardo nell’esecuzione di alcuni ordini. Questa mattina la banca d’investimento Janney Montgomery Scott ne ha ridotto il rating da “Buy” a “Accumulate”. (Vedi Industria: Kulicke brucia oltre il 35% )

Nel settore delle telecomunicazioni, Verizon Communications (VZ) e’ in trattativa con il consorzio d’investitori BGV per la vendita della sua divisione cellulare nell’area di Chicago e di Cincinnati. Il titolo Verizon ha perso l’ 1%.(Vedi Verizon vende proprieta’ wireless per $1,4 Mld)

Nel settore multimediale, gli utili del secondo trimestre della terza societa’ americana di media Viacom Inc. (VIA) sono scesi dell’85% a causa dell’acquisizione di $50 miliardi di CBS Corp.. Il titolo Viacom ha guadagnato il 3,25%.(Vedi Viacom: calo dell’85% utili per acquisizione Cbs)

Nel settore finanziario, L’agenzia semi-governativa Fannie Mae (FNM), istituita per offrire a famiglie a basso reddito prestiti agevolati per l’acquisto della casa, ha offerto obbligazioni per $11,5 miliardi, la vendita piu’ ingente nella storia dei bond americani. Il titolo Fannie Mae ha guadagnato piu’ del 5,5%.(Vedi Usa: via al piu’ grande prestito della storia)

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli al New York Stock Exchange (dati non ufficiali di chiusura) con rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure definitive su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(NOK) Nokia Corporation 31,685,700 40.188 -1.813 -4.32%;

(MOT) Motorola, Inc. 22,364,100 36.063 -0.563 -1.54%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 18,228,100 43.000 -1.875 -4.18%;

(TXN) Texas Instruments Incorporated 14,937,100 55.125 -1.875 -3.29%;

(NT) Nortel Networks Corporation 15,079,200 72.875 +0.125 +0.17%;

(GPS) The Gap, Inc. 13,489,200 30.063 -2.063 -6.42%;

(T) AT&T Corp. 12,944,500 30.563 -0.438 -1.41%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 12,160,300 28.813 +1.063 +3.83%;

(GE) General Electric Company 10,983,800 52.313 +0.313 +0.60%;

(TER) Teradyne, Inc. 10,628,800 53.000 -6.188 -10.45%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli al Nasdaq (dati non ufficiali di chiusura) con rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure definitive su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 56,291,800 64.406 +3.469 +5.69%;

(AMAT) Applied Materials, Inc. 40,559,100 68.625 -3.938 -5.43%;

(ERICY) Ericsson 38,022,900 18.000 -0.125 -0.69%;

(INTC) Intel Corporation 30,996,700 65.063 +1.750 +2.76%;

(COMS) 3Com Corporation 30,188,400 16.938 +2.500 +17.32%;

(DELL) Dell Computer Corporation 26,547,900 41.000 +1.438 +3.63%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 23,853,900 115.813 +3.188 +2.83%;

(KLIC) Kulicke and Soffa Industries, Inc. 22,818,600 16.500 -5.625 -25.42%;

(MSFT) Microsoft Corporation 21,052,600 70.000 +0.625 +0.90%;

(ACDT) ADC Telecommunications, Inc. 22,770,400 41.250 +2.063 +5.26%.