WALL STREET
CHIUDE A TESTA ALTA

21 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street chiude le contrattazioni con tutti i principali indici in netto rialzo dopo una seduta particolarmente nervosa trascorsa in gran parte in territorio negativo. Il tabellone elettronico del Nasdaq, con l’abbrivio finale, si riporta in positivo sull’anno.

Nasdaq ha chiuso a 4.063,98 (+1,26%), Dow Jones ha chiuso a 10.497,74 (+0,60%), S&P 500 a 1.479,13 (+0,22%) e Russell 2000 a 527,61 (+0,37%).

I mercati sono stati trascinati dal forte rialzo del titolo Microsoft nonostante la decisione della Corte Suprema americana di discutere il ricorso scavalcando i giudici d’Appello.

La notizia e’ una bruciante sconfitta per la piu’ grande softwarehouse del mondo, ma gli investitori sono rassicurati dal fatto che vengono sospese le restrizioni sulle pratiche commerciali.

Sotto i riflettori MCIWorldcom e Sprint, dopo le indiscrezioni provenienti da Bruxelles. Le autorita’ antitrust dell’Unione Europea sembrano sempre piu’ orientate, come quelle americane, a bloccare la fusione tra la seconda e la terza compagnia telefonica degli Stati Uniti.

Il timore e’ che la nuova societa’ si trovi a controllare, in un regime di monopolio, il traffico Internet.

“Questa operazione sembra destinata a finir male”, ha dichiarato Michael Gallipo, dirigente di Monument Telecommunications Fund.

Si tratterebbe del primo smacco per Bernard Ebbers, l’ex insegnante di ginnastica che, attraverso una frenetica campagna di acquisizioni, ha creato MCIWorldom mettendo insieme piccole societa’ telefoniche e fornitori di accesso a Internet.

L’attenzione degli investitori e’ ora rivolta a una nuova tornata di risultati trimestrali: molte importanti societa’ presenteranno infatti i bilanci alla chiusura della seduta.

I mercati sembrano aspettarsi sempre di piu’: l’esempio lampante viene da Oracle, la societa’ leader nel settore dei grandi database, dopo aver presentato utili sostanzialmente in linea con le previsioni di mercato, si e’ vista abbassare il rating da “Buy” ad “Accumulate” da Merrill Lynch.

Ordini di vendita senza pieta’ sui titoli di societa’ che hanno mancato le promesse.

“Non ha importanza il settore dell’azienda o se a fallire siano gli obiettivi sull’utile o quelli sul fatturato, il risultato sara’ sempre un capitombolo in borsa – spiega Bill Meehan, capo degli analisti di Cantor Fitzerald & Co. – L’economia sta rallentando e chi non mantiene le promesse adesso non ha piu’ speranza di farlo”.

Sul fronte dei tassi cresce la convinzione che la Federal Reserve rimarra’ a guardare sino alla riunione di agosto: tutti i principali indicatori mostrano infatti che l’economia americana sta rallentando la sua formidabile crescita.

In generale sui listini mostrano tendenza la rialzo servizi petroliferi, biotech, farmaceutici e utenze; segno meno per bancari e brokeraggio, grande distribuzione, semiconduttori, Internet e alimentare.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi sulla borsa di Wall Street:

Nel settore dei database, Oracle Corp. (ORCL) ha chiuso il quarto trimestre fiscale con un utile netto di $926 milioni, contro i 18 centesimi dello stesso periodo dell’anno precedente. Merrill Lynch, tuttavia, ha deciso di abbassarne il rating da ‘Buy’ ad ‘Accumulate’. Il titolo Oracle ha guadagnato quasi lo 0,5%.(vedi articolo WSI del 20 giugno 2000 alle 16:22 e di oggi alle 09:01)

Nel settore alimentare, Groupe Danone (DA) e Cadbury (CSG) sarebbero pronte a sborsare $16 miliardi per l’acquisizione congiunta il colosso americano Nabisco (NA). Il titolo Nabisco chiude la giornata praticamente invariato.(vedi articolo WSI delle 07:19)

Nel settore delle telecomunicazioni, le autorita’ antitrust dell’Unione Europea sembrano intenzionate a far saltare i piani di fusione da $115 miliardi tra WorldCom (WCOM) e Sprint (FON), rispettivamente la seconda e la terza compagnia telefonica su lunga distanza negli Stati Uniti. Il titolo WorldCom ha segnato un ribasso di quasi il 4%, mentre Sprint ha perso poco piu’ dell’ 1,5%.(vedi articoli WSI delle 08:20 e delle 10:34)

Nel settore moda, Gucci (GUC) chiude il primo trimestre del 2000 con un utile netto in leggero calo anche se il fatturato e’ quasi raddoppiato. Gli utili si sono attestati a $46,6 milioni, pari a $0,46 per azione, in linea con le aspettative degli analisti. Il titolo ha guadagnato il 6%.(vedi articolo WSI delle 09:05)

Nel settore dei software, Verity (VRTY) ha chiuso il quarto trimestre fiscale con un utile netto piu’ che raddoppiato grazie al forte rialzo del fatturato. La societa’ californiana ha registrato un utile netto di $14,2 milioni, pari a $0,39 per azione. Il titolo chiuso la giornatacon un guadagno del 6%.(vedi articolo WSI delle 09:26)

Nel settore Internet, Cablevision System Corp. (CVC) ha fatto causa al colosso delle telecomunicazioni AT&T (T) per bloccare l’acquisizione di Excite At Home (ATHM), la compagnia di accesso a Internet ad alta velocita’ nella quale ha una partecipazione. Il titolo Cablevision ha guadagnato poco piu’ dello 0,5%, mentreAT&T ha chiuso con un rialzo di quasi il 2,5%.(vedi articolo WSI delle 09:50)

Nel settore delle telecomunicazioni, il titolo China Unicom (CHU) ha guadagnato il 12,5% dopo l’Ipo da $5 miliardi che ha segnato il record assoluto per il collocamento di una societa’ asiatica.(vedi articolo WSI delle 10:00)

Nel settore della gestione patrimoniale, Alliance Capital Management Holding (AC) ha annunciato l’acquisizione di Sanford C. Bernstein & Co per $3,5 miliardi. Il titolo ha perso piu’ dell’ 1%.(vedi articolo WSI delle 10:14)

Nel settore automobilistico, DaimlerChrysler (DCX) raggrupperà le proprie attività nell’e-commerce in una nuova holding per la quale si prevede lo sbarco in Borsa. Il titolo ha perso piu’ dell’ 1,5%.(vedi articolo WSI delle 11:20)

Nel settore musicale, Rio, la divisione di S3 (SIII) che produce riproduttori musicali, ha acquistato da Advanced Audio Coding (AAC) la licenza d’uso per la tecnologia Dolby che intende implementare nella nuova generazione di riproduttori digitali. Il titolo S3 ha guadagnato il 4,5%.(vedi articolo WSI delle 11:45)

Nel settore della telefonia mobile, Qualcomm (QCOM), Globalstar (GSTRF) e In-Flight Network hanno unito le forze per sviluppare un sistema che permetta l’accesso Internet via broadband durante i viaggi in aereo. Il titolo Qualcomm ha guadagnato quasi l’1,5%, mentre Globalstar ha chiuso la giornata con un rialzo di quasi il 21%.(vedi articolo WSI delle 12:56)

Nel settore informatico, il titolo Microsoft Corp. (MSFT) ha chiuso la giornata con un rialzo di poco inferiore al 9% dopo la decisione della Corte Suprema americana di discutere il ricorso scavalcando i giudici d’Appello. (vedi articolo WSI delle 15:00)

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York Stock Exchange (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(CHU) China Unicom Ads(Ipo) 46,280,600 22.438 +2.469 +12.36% ;

(T) AT&T Corp. 18,267,600 34.875 +0.875 +2.57% ;

(CCL) Carnival Corporation 16,549,900 19.063 -0.438 -2.24% ;

(PFE) Pfizer Inc 14,907,200 46.875 +0.625 +1.35% ;

(MOT) Motorola, Inc. 13,922,300 34.688 +0.188 +0.54% ;

(GE) General Electric Company 13,072,100 49.688 -1.313 -2.57% ;

(HON) Honeywell International Inc. 11,330,200 36.188 -0.438 -1.19% ;

(SGI) Silicon Graphics, Inc. 12,243,900 3.875 -3.688 -48.76% ;

(AOL) America Online, Inc. 10,602,600 57.313 -0.563 -0.97% ;

(LU) Lucent Technologies Inc. 10,276,400 62.000 +2.125 +3.55% .

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli più trattati al Nasdaq (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(MSFT) Microsoft Corporation 76,385,000 81.500 +6.563 +8.76%;

(ORCL) Oracle Corporation 51,469,200 87.125 +0.531 +0.31%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 25,631,900 67.500 +0.375 +0.56%;

(RHAT) Red Hat, Inc. 23,533,000 32.250 +2.063 +6.83%;

(ERICY) Ericsson 22,487,700 22.250 +0.250 +1.14%;

(WCOM) WorldCom, Inc. 21,583,800 40.125 -1.563 -3.75%;

(QCOM) QUALCOMM Incorporated 18,372,400 64.375 +1.438 +2.28%;

(DELL) Dell Computer Corporation 16,615,800 50.031 +1.469 +3.02%;

(INTC) Intel Corporation 15,169,200 138.813 +0.500 +0.36%;

(CMRC) Commerce One, Inc. 14,442,500 45.313 +2.313 +5.38%.