VOTO ALL’ESTERO, IL CANADA CI RIPENSA?

14 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Montreal, 14 mar – Rischia di saltare il diritto al voto dei cittadini italiani residenti in Canada. Secondo alcune indiscrezioni infatti il Governo canadese sarebbe in procinto di bloccare il rinnovo dell’autorizzazione per l’elezione al Parlamento italiano di cittadini italiani residenti in Canada. L’auspicio “affinché ciò non accada” e la sollecitazione ad “istituire un tavolo di lavoro per valutare la prima esperienza del voto ed apportare eventuali modifiche migliorative” giunge dai presidenti dei Comites (Comitati degli italiani all’estero) che – in una nota – chiedono al “Governo del Canada, nell’esercizio della propria sovranità territoriale, di non limitare il diritto agli italiani in Canada di partecipare alle elezioni politiche italiane attraverso il voto attivo e passivo”. Nell’aprile 2006 per la prima volta i cittadini italiani residenti all’estero hanno esercitato il diritto di voto, attivo e passivo per le elezioni politiche.