Villa d’Este, un grand hotel sulle rive del lago

18 Settembre 2019, di Elisa Copeta

Nello storico albergo di Cernobbio si intrecciano storia, tradizione ed eleganza

A cura di Francesca Gastaldi e Margherita Calabi

Il giardino rinascimentale all’italiana, oggi patrimonio nazionale, con il celebre mosaico e lo spettacolare affaccio sulle rive del Lago di Como rendono Villa d’Este una delle residenze di charme più famose al mondo. Qui, tra sontuose sale d’epoca e scalinate in marmo degne di una pellicola hollywoodiana, hanno trascorso romantici soggiorni coppie leggendarie come quella formata da Rita Hayworth e Orson Welles, consacrando così il Grand Hotel di Cernobbio tra le destinazioni più amate da celebrities, politici e personaggi di spicco.


La lussuosa hall dell’albergo

La residenza, costruita nel Cinquecento per il cardinale Tolomeo Gallio, viene trasformata nel 1873 in albergo di lusso, meta privilegiata della grande aristocrazia europea e tappa immancabile del Grand Tour. Forte di una tradizione alberghiera che si tramanda ormai da 140 anni, l’hotel vanta ancora oggi ospiti illustri; tra gli habitué star del calibro di George Clooney, Woody Allen e Madonna, ma anche stilisti come Ralph Lauren e Calvin Klein.

Membro di The Leading Hotels of the World e fiore all’occhiello dell’omonimo gruppo alberghiero di cui fa parte anche Villa La Massa a Firenze, Villa d’Este accoglie i suoi ospiti nell’atmosfera di una residenza privata d’altri tempi con saloni dalle volte decorate, stucchi, arcate e lampadari di Murano.


Gli interni di Villa Cima, con gli arredi che si vestono dei tessuti Interiors Loro Piana

Le 152 camere e suite, ripartite nell’edificio del Cardinale e nel padiglione della Regina, godono di una vista spettacolare sul lago o sul parco e sono caratterizzate da arredi d’epoca, bagni in marmo, velluti e broccati, a cui si aggiungono elementi hi-tech in grado di assicurare il massimo del comfort. Per un soggiorno più intimo, gli ospiti hanno la possibilità di affittare una delle quattro ville del XIX secolo all’interno della proprietà: Villa Cima, con gli arredi che si vestono dei tessuti Interiors Loro Piana e affacciata sulle rive del lago, Villa Malakoff, Villa Garrovo e infine la Mosaic House situata nel parco. Collegato da un passaggio interno all’edificio del Cardinale si trova lo Sporting Club che, oltre alla piscina galleggiante sulle acque del lago, comprende palestra, sauna, bagno turco e otto campi da tennis. A questi si aggiunge la possibilità di dedicarsi a sport d’acqua come sci nautico, vela e surf. Nello stesso edificio si trovano anche il centro benessere, dove concedersi un massaggio o un trattamento personalizzato, il salone di Lilo e Pierre, coiffeur dalla lunga tradizione, una boutique e una gioielleria.

Tre sono i ristoranti dell’albergo: il più formale Veranda, la cui cucina è affidata allo chef Michele Zambanini, il Grill, dov’è possibile gustare i grandi classici della cucina italiana e infine il Platano, da cui si gode nei mesi estivi la vista sui giardini e sul lago. Qui si cena sotto alberi centenari prima di gustare un ultimo drink al Bar Canova con il piacevole sottofondo del pianoforte.


L’iconico mosaico nei giardini di Villa D’Este

A contribuire al fascino di Villa d’Este ci sono anche gli appuntamenti internazionali come il Forum Ambrosetti, dedicato allo scenario politico ed economico con capi di Stato e opinion leader mondiali, e il Classical Musical Festival, che raduna celebri musicisti provenienti da tutto il mondo. A novembre la residenza celebra il grande vino con il Wine Symposium, creato da François Mauss, presidente e fondatore del Grand Jury Européen. Per quattro giorni produttori, commercianti, politici e intenditori si incontrano per discutere sugli interessi sociali, economici e culturali legati al grande vino tra seminari, dibattiti e degustazioni. L’undicesima edizione si svolgerà dal 7 al 10 novembre 2019 e sarà dedicata al Portogallo con un focus sul futuro de ‘Le grand vin’.


Il Concorso d’Eleganza che si celebra ogni anno a Villa d’Este

Fascino d’epoca. Il celebre Concorso d’Eleganza è uno degli eventi più prestigiosi al mondo dedicato ai veicoli d’epoca. Ogni anno, nella cornice del parco rinascimentale di Villa d’Este, ospiti e visitatori hanno l’opportunità di ammirare 50 straordinarie vetture d’epoca valutate da una giuria di fama mondiale. In questo contesto nel 1949 è nata la Coupé Villa d’Este, storico modello dell’Alfa Romeo realizzato dalla carrozzeria Touring e vincitore del Concorso d’Eleganza dello stesso anno. Questa leggendaria vettura è anche la protagonista di Villa d’Este Style, l’evento che riunisce appassionati del settore insieme ai proprietari dell’iconico modello.