Vaticano: Ior chiuderà conti ambasciate

1 Ottobre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Lo Ior, la Banca del Vaticano, chiuderà i conti di tutte le ambasciate al fine di frenare le operazioni di riciclaggio di denaro sporco. E’ quanto riporta Reuters.

La decisione sarebbe dovuta a sospette transazioni, aventi per oggetto sia grandi quantità di depositi che di prelievi di denaro da parte delle missioni dell’Iran, dell’Iraq e dell’Indonesia, stando a quanto hanno riportato da alcune fonti.

Lo Ior, che dispone di asset per un valore di 7,1 miliardi di euro, teme di diventare “veicolo di riciclaggio e di altre operazioni finanziarie illecite”.

Per operazioni sospette si intendono transazioni avvenute nel 2011, per le quali le giustificazioni delle ambasciate sono state considerate troppo vaghe o comunque sproporzionate rispetto agli ammontari versati o prelevati, pari a 500.000 euro.

La chiusura dei conti farebbe parte dell’obiettivo di Papa Francesco di fare pulizia nella banca, oggetto di scandali da tanti anni a questa parte.