UNICREDITO VERSO ACQUISIZIONE CROATA SPLITZBANK

7 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Unicredito sarebbe in dirittura d’arrivo per l’acquisizione della banca croata Splitzbank, un istituto della Dalmazia di medie dimensioni in corso di privatizzazione, dotato di 50 sportelli.

Lo ha detto una fonte dell’istituto milanese a conferma dei piani di espansione estera della banca di Piazza Cordusio.

“Siamo rimasti in gara per comprare la Splitzbank, si tratta di una acquisizione minore ma importante per la nostra strategia”, ha detto la fonte.

Oggi, l’amministratore delegato di Unicredito, Alessandro Profumo, ha spiegato a margine di un incontro a Roma che le diverse iniziative in Lituania, Ungheria, Polonia, “sono le diverse gambe di un progetto che deve essere visto nel suo insieme”.

Si tratta comunque di un programma di espansione estera che non e’ alternativo ai progetti di espansione interna. “Direi di no”, ha affermato Profumo a chi gli chiedeva se fosse alternativo.
Diverse le trattative in corso, oltre a quella per la banca Splitzbank.

Secondo la fonte dell’istituto, “l’obiettivo di Unicredito è la creazione di un network di banche del centro Europa”.

“La banca polacca Pekao , (di cui Unicredito ha recentemente acquisito il controllo), sta trattando per una banca in Lituania, mentre Unicredito direttamente sta trattando in Croazia, Bulgaria e nella Repubblica Ceca”, ha aggiunto.

“Nella Repubblica Ceca abbiamo manifestato l’interesse per acquistare BulBank e per un’altro istituto specializzato nel retail banking”.