TUTTE POSITIVE LE CHIUSURE DELLE BORSE EUROPEE

29 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Le Borse europee non sono arretrate di un millimetro dopo la comunicazione dei dati in crescita dell’inflazione in Europa. Anzi la City londinese con un balzo nel finale si è andata a prendere lo scettro tra le principali Piazze di Eurolandia.

L’indice Ftse-100 (+2,18% a 6.232,6 punti) è stato trainato dall’ottima giornata dei bancari e dei petroliferi. Tra i primi l’Abbey National ha preso oltre il 12%. Poco sotto questa quota la Royal Bk of Scotland, mentre la Natl Westm Bk ha preso il 7%.

Denaro anche sugli assicurativi dove spicca il titolo Lloyds Tsb a +10%.

A Parigi, le contrattazioni non hanno portato a nuovi record, ma la Piazza francese si è comportata ugualmente bene. Il Cac 40 prende l’1,45% a 6.190,46 punti.

Hanno fatto la giornata i titoli Cap Gemini/Rm interesstata da incroci a breve, Carrefour, per la quale vale lo stesso discorso e Canal Plus.

Sopra il 4% di guadagno anche il titolo Renault.

Modesto invece il rialzo messo a segno dalla Borsa di Francoforte. Il Dax chiude a +0,75% a 7.644,55 punti.

Ancora denaro sulle azioni Adidas-Salomon e DaimlerChrysler.