Trasparenza, svolta rivoluzionaria del fondo sovrano di Norvegia

8 Agosto 2014, di Redazione Wall Street Italia

OSLO (WSI) – Balzo in avanti sulla trasparenza del gigantesco fondo sovrano della Norvegia, uno dei maggiori al mondo e che anche in Italia detiene quote significative moltissime società quotate in Borsa: ben 129, tra cui praticamente tutte le più rilevanti.

Ha annunciato che inizierà a dichiarare pubblicamente le sue intenzioni di voto con largo anticipo rispetto alle assemblee annuali degli innumerevoli gruppi di cui detiene quote.

Una mossa che potrebbe sparigliare molte strategie, mettendo sotto pressione i Consigli di amministrazione. Secondo il Financial Times con questa decisione il gigantesco veicolo finanziario pubblico, che venne fondato come fondo petrolifero per poi trasformarsi sempre più in un mega fondo di investimenti, segna una drastica presa di distanze dalla maggior parte degli azionisti rilevanti con indole “attivista”.

Fondi di vario genere, da quelli speculativi ad alcuni di quelli pensionistici o di gestione patrimoniale, che mediante giochi di alleanze e quote rilevanti tendono ad influenzare le decisioni su molti gruppi. Ma che solitamente svelano solo all’ultimo, o ex post, quali siano le loro scelte di voto alle assemblee.