Terrorismo, paura italiani: 2 milioni rinunciano al Giubileo

7 Dicembre 2015, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Domani, 8 dicembre, il giorno in cui si celebra l’Immacolata Concezione si apre il Giubileo della misericordia indetto da Papa Francesco che durerà fino al 20 novembre 2016. Nell’anno del Giubileo, Roma sarà la meta religiosa del cattolicesimo più frequentata nel mondo con presenze nettamente superiori alle altre sparse nel mondo dove in vetta troviamo Città del Messico con il santuario della madonna di Guadalupe che richiama 10 milioni di pellegrini ogni anno e a seguire Medjugoje, Gerusalemmme, Assisi e Lourdes.

Ma quanti sono gli italiani che non arriveranno a San Pietro per il Giubileo voluto da Bergoglio? La stima la fa la Coldiretti insieme all’Istituto Ixè che parla di poco più di 2 milioni di italiani che rinunceranno a recarsi in Vaticano per il Giubileo per timore di attentati terroristici.

Dopo i tragici attentati di Parigi del 13 novembre scorso il clima di paura si è trasferito anche nel nostro paese e induce molte persone a cambiare i propri stili di vita anche quando si tratta di manifestazioni religiose. Ma le preoccupazioni sono anche all’estero: se prima dei tragici fatti accaduti nella capitale francese si stimava l’arrivo di 15 milioni di pellegrini italiani e stranieri, ore le stime sono al ribasso. In ogni caso, assicurano dalla Coldiretti, si prevede l’arrivo dall’estero di oltre il 30% dei pellegrini.

A parlare di “minaccia terroristica sul Giubileo globale, indiscriminata e indistinta” è il prefetto di Roma Franco Gabrielli, intervistato da Lucia Annunziato nella trasmissione in 1/2 ora.

“Io sono sereno per un verso, preoccupato per l’altro, ma da un punto di vista etimologico, nel senso che ce ne siamo occupati prima. Ci siamo preparati, abbiamo fatto i compiti a casa, la differenza poi la fa il campo (…) Questo è un Giubileo universale che aprirà porte sante in tutto il mondo, a maggior ragione in un Paese a forte impronta cattolica come l’Italia e quindi non ci sono solo obbiettivi o luoghi di culto o di interesse a Roma  questo è il primo Giubileo nel quale le porte sante non saranno solo quelle delle basiliche romane”.