Soggiorno nei club universitari anziché in hotel: i più prestigiosi

15 Maggio 2019, di Alessandra Caparello

Nuova tendenza che sta emergendo nel settore ricettivo di lusso è quella di soggiornare nei club delle università. Dormire nelle sedi di circoli esclusivi di prestigiosi atenei, frequentati da giovani, è una scelta che fanno sempre più persone che la preferiscono ai classici hotel e alberghi a cinque stelle.

Le camere delle antiche università non sono però accessibili a tutti visto che spesso possono prenotare solo gli ospiti dei membri del club e i loro ospiti o familiari oppure i membri appartenenti ai cosiddetti “reciprocal”, cioè ad altri club nel mondo “gemellati”, ossia quelli nautici, automobilistici e sportivi. Tra i club universitari dove soggiornare si annoverano l’Harvard Club di Boston, l’Hope Club, Providence di Rhode Island, uno dei club privati più antichi d’America e il Berkeley City Club in California e il Princeton Club di New York.

Più vicino a noi troviamo il Fondation Universitaire a Bruxelles dove 14 camere, di cui 4 doppie, accolgono i membri, i loro ospiti, ma anche per persone che fanno parte della comunità scientifica, l’Oxford and Cambridge Club di Londra.