SBC: FUSIONE DA $3,9 MLD CON STERLING COMMERCE

22 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

SBC Communications Inc. (SBC), il gigante americano delle telecomunicazioni, ha annunciato l’intenzione di acquisire il produttore di software per l’e-commerce Sterling Commerce Inc. (SE) con un’operazione del valore di 3,9 miliardi di dollari.

La societa’, che ha partecipazioni in Baby Bells Ameritech, Soutwestern Bell, Pacific Bell e Southern New England Telecommunications, paghera’ 44,25 dollari per ogni azione di Sterling. Il prezzo e’ del 40% superiore rispetto alla chiusura del titolo SE di venerdi’ scorso a quota 31,56 dollari.

L’accordo dovrebbe concludersi entro la fine di marzo, od addirittura nel secondo trimestre, e lascera’ una sostanziale autonomia a Sterling che operera’ come unita’ separata sotto la guida del presidente del Gruppo Global Markets di SBC, Rich Dietz.

Sterling, che nel 1999 ha registrato un fatturato di 561 milioni di dollari, produce softwares che consentono alle sue 45 mila societa’ clienti – tra cui Wal-Mart, Johnson & Johnson e Sony – di gestire pagamenti e ordini telematicamente.

L’acquisizione consentira’ a SBC di espandersi nel settore dell’e-commerce che, secondo la International Data Corporation, crescera’ dai 200 miliardi di dollari nel 2000 a 2500 miliardi di dollari nel 2004.

Sterling Commerce e’ nata nel 1996 dalla separazione con Sterling Softwares Inc. che proprio la scorsa settimana ha annunciato la fusione con Computer Associates International Inc. per il valore di 3,9 miliardi di dollari in azioni.