Salone Risparmio, Tobagi (Invesco): “scossoni di mercato sono normali”

10 Aprile 2018, di Alessandro Chiatto

Luca Tobagi, Investment Strategist di Invesco, ha parlato delle prospettive di mercato per il 2018 dopo il calo dei listini azionari in febbraio e dopo un mese di marzo abbastanza deludente e molto altalenante. “Il 2018 è partito molto forte, in scia con il 2017, poi in febbraio soprattutto ma direi anche in marzo tutti i mercati finanziari hanno avuto una fase di assestamento con degli scossoni e delle discese anche abbastanza profonde in poco tempo, cosa a cui gli investitori non erano più abituati“.

Il fatto è che il mercato ha semplicemente è tornato a prezzare i rischi, secondo Tobagi. “Non è il segnale che un cambiamento di scenario sta per verificarsi, “i fondamentali rimangono molto ben impostati”. Piuttosto, “quella che era diventata una eccessiva rilassatezza nel detenere attività rischiose con troppa nonchalance è stata riprezzata”.

Tobagi è convinto che sia questo il motivo conduttore per i mercati: il sottostante economico continua a proseguire bene, ma dall’altra parte possiamo vivere fasi di scossoni”, magari guidati dal flusso di notizie. “Questi anni di volatilità molto bassa hanno un po’ anestetizzato gli investitori e hanno accorciato loro anche la memoria. In realtà quello che abbiamo visto in febbraio e marzo, se prendiamo quanto successo in Europa, è compatibile con la volatilità caratteristica di un anno positivo”.

L’indice paneuropeo EuroStoxx esiste da 31 anni. Tobagi sottolinea che in 11 dei 21 anni in cui il mercato europeo ha chiuso l’anno in positivo c’è stata una performance negativa del 5% o più durante la fase di inizio anno. Significa che in un’ottica e in un quadro più a lungo termine, quanto avvenuto è assolutamente nella norma.