Risparmio: i PAC ai tempi del COVID-19

30 Marzo 2020, di Alessandra Caparello

L’articolo fa parte di un lungo dossier dedicato al coronavirus pubblicato sul numero di marzo del magazine Wall Street Italia

Si chiama Pac, il Piano di accumulo di capitale, ed è uno strumento finanziario la cui struttura bene si adatta alle esigenze sia di chi non dispone di capitali elevati da investire ma riesce a mettere da parte risparmi con una certa periodicità sia di chi ha elevate risorse liquide da impiegare sui mercati.

Per la flessibilità e la possibilità di attivarlo anche con versamenti minimi, il Pac è lo strumento più adatto al risparmiatore come sottolineano gli esperti.
Il Pac inoltre è indicato da molti professionisti dell’investimento come soluzione ottimale per affrontare lo scenario attuale dei mercati vista la costanza dei versamenti che permette di gestire la tensione determinata da andamenti sfavorevoli dei mercati, mantenendo fermo l’obiettivo finale dell’accumulo di capitale. “Se hai un Pac – ha sottolineato Roberto Russo, a.d. di Assiteca Sim– devi assolutamente continuare a investire. Mai come in questo momento il Pac mostra la sua logica”.

Cosa accade ai Pac nell’emergenza COVID-19 in corso?

Le ultime sedute del mese di febbraio sono state drammatiche per i mercati azionari per effetto della diffusione del coronavirus in particolare in Italia che ha causato ribasso consistenti su tutti i listini. La volatilità è destinata a continuare ancora nei prossimi mesi, quando il picco dei contagi globali sarà superato.

Certo, se nelle prossime settimane si troverà una cura per il Covid-19 o si riuscirà a limitarne la diffusione, i mercati azionari potrebbero ripartire da quotazioni più basse e convenienti.

Per chi ha attivato un Pac – è bene dirlo – non cambia nulla. La discesa delle quotazioni sui mercati azionari è anzi favorevole e permette di abbassare il prezzo medio di carico dell’investimento. Chi invece volesse attivare un Pac ora, deve stabilire per quanti anni vorrà finanziarlo e quali obiettivi si pone.