Rimettere in ordine le proprie finanze in 30 giorni, una guida

7 Giugno 2019, di Alberto Battaglia

Per rimettere in ordine le proprie finanze ed orientarle verso gli obiettivi possono essere sufficienti 30 giorni. E’ quanto sostiene April Lewis-Parks, director of education presso Consolidated Credit, che ritiene ottimale questo breve lasso di tempo: “Se si delinea un piano di 12 o 24 mesi, spesso si scoraggerà” in quanto, “non è un tempo abbastanza breve per vedere subito i progressi”.

Il vantaggio di concentrare in un mese le operazioni di pianificazione del futuro è che si “possono vedere i progressi e capire i diversi passaggi che devono accadere prima di arrivare al livello successivo dal punto di vista finanziario”. Ecco la tabella di marcia che Lewis-Parks ha riassunto per Fox Business.

  • Giorno 1-5 – Budgeting – Bilancio
    La prima settimana dovrebbe essere dedicata a fissare i cardini del bilancio, entrate ed uscite. Le mosse:
    Calcola il tuo reddito mensile
    Crea un calendario di fatture o automatizza le tue fatture
    Identifica almeno una voce di spesa che possa essere tagliata fuori dal tuo budget
  • Giorno 6-10 – Risparmio
    Dopo aver superato lo scoglio del budget, sarà tempo di prendersi cura del risparmio:
    Guarda quanti soldi extra hai dopo aver preso cura degli elementi essenziali
    Risparmia almeno il 10% del tuo reddito in un conto di risparmio
    Risparmia dai tre ai sei mesi di spese per le emergenze
    Cerca il miglior conto di risparmio per aiutare i tuoi soldi a crescere il più possibile
    Al di fuori del conto di risparmio, identifica almeno un altro luogo in cui è possibile risparmiare denaro
  • Giorno 11-14 – Gestione delle esigenze di base
    Il prossimo passo sarà razionalizzare le spese della vita quotidiana. Lewis-Parks ha citato ad esempio:
    Sostituire le lampadine con equivalenti ad alta efficienza energetica
    Impostare la temperatura del riscaldamento, dell’acqua e dei condizionatori d’aria in base alle impostazioni ottimali del produttore
    Rivedi il tuo piano di telefonia mobile per sconti speciali o considera di cambiare gestore se esistono offerte migliori
  • Giorno 15 -17 – Servizi bancari
    A metà del percorso, è il turno di esaminare i propri servizi bancari:
    Controlla le spese bancarie per assicurarti di non spendere in servizi che non ti servono
    Dividi il tuo deposito diretto per aiutarti a risparmiare e a raggiungere i tuoi obiettivi finanziari
    Ottieni il massimo dalle tue carte di credito sfruttando i più bassi tassi di interesse e i vantaggi come i premi di viaggio o il rimborso.
  • Giorno 18-20 – Gestione dei costi sanitari
    Anche questa voce può contribuire a ridurre le spese:
    Prima di visitare un medico, afferma Lewis-Parks, rivedi quali prestazioni sono coperte dalla sanità pubblica
    Calcola quanto stai pagando di tasca tua per le visite mediche
    Cerca alternative di prescrizione con farmaci generici più economici
  • Giorno 21-23 – Gestione del credito
  • Giorno 24-28 – Gestione del debito
    E tempo di rivedere le carte di credito e i prestiti.
    Guarda i tassi di interesse e le condizioni su tutte le tue carte di credito e prestiti ricevuti
    Dai priorità al pagamento del debito prendendo il flusso di cassa e indirizzandolo verso il debito con il tasso di interesse più alto
    Dopo aver pagato un debito, passa al pagamento del debito a più alto tasso di interesse
    Se il tasso di interesse è elevato e il tuo conto è in regola, prova a chiedere all’emittente della carta di credito di abbassare la tariffa
  • Giorno 28-30 – Pianificazione pensionistica
    Gli ultimi tre giorni del piano, infine, andrebbero concentrati sulla preparazione alla pensione.
    Lewis-Parks concentra i suggerimenti sul programma 401 (k) dei datori di lavoro americani (e una sorta di Tfr americano. Nel caso italiano, si potrebbe declinare il consiglio con un’analisi sulle possibilità di pensione integrativa.