Rientrato allarme bomba al Parlamento Ue

2 Febbraio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI)- E’ rientrato l’allarme bomba al Parlamento europeo, scattato a seguito dell’individuazione di un veicolo sospetto in un parcheggio sotterraneo. Fli artificieri hanno autorizzato il rientro del personale negli uffici, consentendo anche la riapertura al pubblico del Parlamentarium.

L’auto sospetta, stando a quanto dichiarato dalla responsabile della sala stampa Marjory Van Den Broeke, “non rappresenta alcun pericolo”.

Tutta la zona era stata chiusa al traffico.

Un primo allarme bomba era scattato stamane alle 10.30, per un’altra auto sospetta che era parcheggiata di fronte all’ambasciata Usa. Ma si è trattato di un allarme infondato.

Alta la tensione in Belgio dopo la scoperta a metà gennaio della cellula jihadista a Verviers, nei pressi di Liegi, successiva alla strage della redazione di Charlie Hebdo e alle successive sparatorie che hanno portato il terrore a Parigi.

Il livello di allerta antiterrorismo rimane ‘grave’.