Leonardo Da Vinci: $450 milioni record per Salvator Mundi

16 Novembre 2017, di Giovanni Ceccherini

Una notte storica, per il mercato dell’arte, da Christie’s a New York è stato battuto l’ultima opera di Leonardo da Vinci in mano privata, Salvator Mundi per la cifra record 450 milioni di dollari.

L’opera di Leonardo è apparsa in asta durante la Post-War and Contemporary Art Evening Sale di Christie’s e questo incredibile prezzo riflette l’estrema rarità dei dipinti del maestro. Ne esistono meno di 20 riconosciuti e tutti, a parte Salvator Mundi, si trovano nelle collezioni dei musei.

Il martello su Salvator Mundi si è fermato dopo una battaglia straordinaria durata circa 20 minuti, tra due offerenti con incrementi saliti a un certo punto da $ 332 milioni a $ 350 milioni in un’unica offerta, e quindi, a poco meno di 18 minuti, da $ 370 milioni a $ 400 milioni. Nel salone, i sussulti hanno lasciato il posto agli applausi, quando il co-presidente di Christie’s, Alex Rotter, ha piazzato l’offerta vincente per un cliente al telefono.  Stracciato il precedente record per un opera d’arte in asta “Les Femmes d’Alger (versione ‘O’)” di Pablo Picasso aggiudicato sempre da Christie’s a New York per $ 179,364,992. Il precedente record per un dipinto di Old Master in asta era detenuto Peter Paul Rubens con l’opera “Il Massacro degli innocenti” aggiudicato per 76,7 milioni di dollari nel 2002. Il record in asta per un Leonardo da Vinci è stato da Christie’s nel 2001 quando “Horse and Rider”, un lavoro su carta, è stato venduto per $11,481,865.

Introno all’opera si è acceso un interesse globale senza precedenti, ed è stata definita come la più grande riscoperta artistica degli ultimi 100 anni. Durante l’asta più di 1.000 tra collezionisti d’arte, commercianti, consulenti, giornalisti e spettatori erano riuniti nella sala principale del Rockefeller Center e molte migliaia sintonizzazione in remoto. Da quando è stata annunciata la vendita di Salvator Mundi il 10 ottobre, quasi 30.000 persone hanno affollato le mostre di Christie a Hong Kong, Londra, San Francisco e New York.

http://www.christies.com/features/Leonardo-and-Post-War-results-New-York-8729-1.aspx?sc_lang=en