Quote latte Ue: perquisite sedi Lega Nord di Milano e Torino

16 Gennaio 2013, di Redazione Wall Street Italia

Nelle ultime ore le sedi della Lega nord a Milano in via Bellerio e a Torino in via Poggio sono state perquisite dalla Guardia di finanza nell’ambito di un’inchiesta della Procura milanese per bancarotta e corruzione in relazione al fallimento della società cooperativa ‘La Lombarda’ per 80 milioni di euro.

Umberto Bossi, Roberto Maroni, Roberto Calderoli e Roberto Cota erano presenti alle perquisizioni nelle sedi della Lega nord di Milano e Torino disposte dal pm del capoluogo lombardo Maurizio Ascione. L’acquisizione di atti e documenti è stata parziale perché sia a Milano che a Torino i parlamentari presenti hanno eccepito l’immunità parlamentare.

Al momento non si sa se il nome dei parlamentari presenti alle perquisizioni figuri nel registro degli indagati. Sono state sentite come testimoni Daniela Cantamessa, segretaria di Bossi e Loredana Zola, segretaria amministrativa a Torino della Lega nord.

Le accuse nell’inchiesta fanno riferimento a bancarotta e corruzione. La corruzione riguarderebbe pagamenti a pubblici ufficiali e politici a fine di ritardare il versamento delle quite latte all’Unione Europea. Secondo stime attendibili, nella frode delle quote latte mancherebbero all’appello 4 miliardi di euro, che l’Italia avrebbe dovuto versare all’Unione europea. (TMNews)