Quando e’ stato introdotto l’ euro?

27 Febbraio 2006, di Redazione Wall Street Italia

L’euro è entrato in vigore per la prima volta il 1º gennaio 1999 in undici degli allora quindici stati membri dell’Unione; a questi si aggiunse la Grecia, che rientrò nei parametri economici richiesti nel 2000 e fu ammessa nell’eurozona il 1º gennaio 2001. In questi primi dodici stati l’euro entrò ufficialmente in circolazione il 1º gennaio 2002 sotto forma di monete e banconote.

Nel 2006 un tredicesimo stato, la Slovenia, entrata nell’Unione nel 2004, dimostrò di possedere i parametri economici necessari per l’adesione alla divisa comune e fu ammessa nella zona euro il 1º gennaio 2007. Pochi giorni dopo, il 15 gennaio, il tallero sloveno fu ufficialmente considerato fuori corso.

Con procedura analoga, nel 2007 Malta e Cipro, in virtù dei propri parametri macroeconomici soddisfacenti, vennero a loro volta ammessi nella zona euro. L’introduzione della divisa comune nelle due isole mediterranee è avvenuta il 1º gennaio 2008.

Dal 1º gennaio 2009 il sedicesimo stato ad adottare come moneta l’euro è la Slovacchia[25], seguita il 1º gennaio 2011 dall’Estonia.

L’euro (EUR o €) è la valuta comune ufficiale dell’Unione europea (nel suo insieme) e quella unica per i diciassette stati membri che attualmente aderiscono all’UEM (Unione economica e monetaria), ossia Austria, Belgio, Cipro, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovacchia, Slovenia e Spagna. L’ultimo stato ad aver adottato l’euro è stato l’Estonia nel 2011. Il complesso di questi paesi, detto informalmente Eurozona, conta oltre 320 milioni di abitanti; prendendo in considerazione anche quei paesi terzi che utilizzano divise legate all’euro, la moneta unica interessa direttamente oltre 480 milioni di persone in tutto il mondo.

In aggiunta ai membri della zona euro, la moneta unica europea è utilizzata anche in altri sei stati Europei, a seguito di accordi internazionali o a seguito dell’adozione unilaterale.

Tre microstati, ossia la Città del Vaticano, il Principato di Monaco e San Marino hanno adottato l’euro in virtù delle preesistenti condizioni di unione monetaria con paesi membri della UE.

Inoltre, anche il principato di Andorra ha adottato unilateralmente l’euro, ma ha in corso con l’Unione europea trattative, non ancora concluse, analoghe a quelle dei tre microstati precedenti.

Infine il Montenegro e il Kosovo hanno adottato unilateralmente l’euro.

queste informazioni sono tratte da Wikipedia