PROCESSO MICROSOFT: NO A RICHIESTA SOSPENSIONE

13 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il tribunale di Washington ha respinto la richiesta di sospensione, presentata dagli avvocati di Bill Gates, sulle sanzioni collaterali inflitte in attesa della divisione in due della societa’.

Le restrizioni riguardano le pratiche commerciali, con particolare riguardo alle politiche di sconto ai produttori di personal computer per le licenze di Windows, e l’obbligo di trasparenza sulla diffusione dei codici sorgente di Windows alle altre societa’ di software.

Secondo la richiesta di Microsoft, questi obblighi avrebbero dovuto essere sospesi sino alla conclusione del giudizio di appello.