Portafoglio: cinque errori che i super-ricchi non commettono mai

30 Aprile 2019, di Mariangela Tessa

Tutti commettiamo errori, eppure ci sono alcune cattive abitudini che i super-ricchi tendono ad evitare. Ecco cinque passi falsi, secondo un articolo pubblicato da CNBC, che, se commessi, impediscono di diventare ricco.

1. Fai da te

Quando il mercato azionario scende – come è successo a dicembre – occorre tenere i nervi saldi e sapere cosa fare. In caso contrario, il rischio di bruciarsi diventa alto. Se non si ha il tempo di dedicare alcune ore al giorno a monitorare il mercato, vale la pena investire su un buon consulente finanziario

2. Non diversificare

Solitamente, l’investitore medio detiene in portafoglio azioni e obbligazioni. Non i super ricchi. Che di solito hanno portafogli ben più diversificati, investendo in proprietà immobiliari per esempio In questo modo, se per esempio le azioni stanno attraversando un anno davvero brutto, si può rimediate con i guadagni nel settore immobiliare o viceversa.

3. Investimento di moda

Gli ultra-ricchi non si lasciano coinvolgere dalle ultime mode.  Prendete il bitcoin, per esempio. La criptovaluta è decollata nel 2017, rendendo milionari alcuni dei primi investitori. Ciò ha spinto molte persone ad entrare nel mercato,, quando ormai i massimi erano già stati toccati. E i risultati successivi sono stati disastrosi: la criptovaluta da allora è diminuita del 70%.

4. Mancanza di un piano a lungo termine

Gli investitori ricchi sono pazienti e non pensano necessariamente ai rendimenti a breve termine. “La maggior parte delle persone non pianificano come investiranno i loro risparmi nei prossimi 20 anni. I ricchi lo fanno”, ha detto Tom Corley, autore del libro “Rich Habits.  E non si tratta solo di fare soldi per se stessi; si tratta di creare ricchezza generazionale che può avvantaggiare i loro nipoti.

5 – Panico

La presenza di volatilità nel mercato azionario spesso spinge gli investitori ad uscire dal mercato. Questo succede raramente ai ricchi perché i loro investimenti sono a lungo termine.