PODCAST: se il chirurgo diventa trader. Una questione di competenze

2 Aprile 2021, di Leopoldo Gasbarro

Ben trovati alla serie di Podcast #MCF (Mercati che fare) in cui racconto strategie di investimento per tutti i livelli di competenza.
Oggi vi racconto la storia di un chirurgo che crede di saper fare il trader. E lo fa applicandosi e studiando. Ma voi applicandovi e studiando sapreste fare i chirurghi? E se lasciassimo ad ognuno la propria competenza?

 

Una mia amica, moglie di un noto e stimato cardiochirurgo, mi ha raccontato che il marito si sta divertendo a fare trading online con risultati estremamente confortanti. Risultati che giungono grazie allo studio di grafici e mercati. Studia, compra, vende e guadagna. Di eventuali perdite non ne hai mai parlato.

Nulla di diverso da quello che fanno anche altri trader nati nell’ultima fase rialzista dei mercati. Una tendenza che spinto anche alcuni suoi colleghi medici a dedicarsi al trading e di tanto in tanto gli chiedono consigli su quali titoli comprare e vendere.
Ma allora, se basta leggere per poche ore qualche libro, a cosa servono i gestori e gli uffici studi delle società di gestione?

Io ho suggerito alla moglie di ricordare al marito di evitare almeno di dare consigli. Cosa succederebbe nel caso in cui si rivelassero sbagliati?

Voi fareste i chirurghi solo dopo avere letto qualche libro? Basta studiare qualche settimana per essere pronti ad effettuare un’operazione a cuore a aperto?
Certo facendo trading sui mercati non si rischia la vita ma si mettono in gioco i risparmi di vita, le certezze e le aspettative per il futuro.

E’ sempre una questione di competenze.