PIAZZA AFFARI: CHIUSURA SOTTO I MASSIMI

14 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Nel giorno in cui cedono i telefonici, sono gli assicurativi, i bancari e gli energetici a tirare il listino. Il Mibtel si arresta a +0,88% e il Mib30 a +0,99%. Poco mosso il Nuovo Mercato, penalizzato dall’andamento nervoso del Nasdaq.

Tra le Blue Chip, la palma della migliore va alle Alleanza Assicurazioni che alla fine guadagnano il 5,19%, dopo aver superato anche il 6% di rialzo nell’intraday. La stesso sorte non è toccata alle Ras, che dopo una giornata sugli scudi ha chiuso in ribasso dell’1%, a causa dei realizzi degli ultimi minuti.

Denaro sugli istituti di credito: Fideuram +3,56%, Mediobanca +2,91%, Banca di Roma +2,04% i migliori.

Ottime le Mediaset (+3,34%) che si riapprezzano dopo i cali della scorsa settimana e la debole performance di ieri. Poco mossi invece i titoli editoriali quotati al Midex.

Tra gli energetici oggi hanno sprintato le Erg +3,85%, le Eni +3,47%, mentre le Enel alla fine limano i guadagni e si fermano a +0,87%.

Contrastate le utilites con le Aem ancora in rialzzo del 2,46%; cedono l’1,41% le Acea.

Tra i tecnologici del Nuovo Mercato sono state le Tecnodiffusione a farla da padrone con un guadagno del 5,71% a 148,4 euro (un euro vale 1936,27 lire). A parte le E.Biscom (+1,73%), le Freedomland (+1,71%) e le Polig.S.Faustino (+1,87%), gli altri titoli si sono mossi poco a causa di un Nasdaq altalenante.