PIAZZA AFFARI: BANCO NAPOLI E TISCALI COL TURBO

8 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Timide prove di consolidamento di un’apertura positiva poco entusiasmante: alle 10,30 ora italiana Piazza Affari resta attendista, e c’è da credere che poco muoverà fino a quando, alle 13,45 ora locale, la Bce (Banca centrale europea) non annuncerà la sua manovra sui tassi.

Il Mibtel segna +0,50%, il Mib30 +0,45%; il Midex +0,57%.

Sostiene il listino il grande rialzo di Banco di Napoli, fortissimo con il suo +6,79% all’indomani della notizia dell’obbligo di opa (offerta pubblica di acquisto) da parte del San Paolo Imi che ora cresce dello 0,75%.

Un altro titolo che ha messo il turbo è Tiscali, sul Nuovo Mercato: è in rialzo del 6,97% e sembra partito alla riscossa dopo alcune giornate particolarmente difficili.

Molto bene i telefonici: Telecom è in aumento dell’1,93%. Ieri il numero uno di Deutsche Telekom (DT) Ron Sommer aveva ripreso la possibilità di una fusione. C’è poi Tim, che guadagna il 2%. Secondo voci di mercato c’è in vista un’alleanza con la divisione Internet di DT.