PIAZZA AFFARI ACCENTUA LA PERDITA, CALA -2,2%

15 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Si estende il ribasso di Piazza Affari dopo l’avvio negativo del Nasdaq con l’indice Mibtel in calo del 2,21% a 32.110 punti.

Maglia nera per i telefonici con Olivetti che perde il 2,68% e Telecom in ribasso del 4,27%. Tim, dopo i guadagni di ieri, cede l’8,26%.

Continuano le prese di beneficio su Seat (-5,1%) e sui titoli Internet.

Anche Tiscali (-0,4%) è passata in terreno negativo. Gemina segna un ribasso del 7,75% tra forti scambi, mentre Hdp oscilla intorno alla
parità. Si salvano i bancari con Bnl in rialzo del 2,76% e S.Paolo in progresso del 5,62%. Banca Intesa guadagna lo 0,97%.

Bene le popolari con la Bergamo che sale dell’1,96%, la Novara in rialzo del 2,26% e la Lodi che fa un balzo del 6,63%.

Continua la corsa controcorrente di Mediaset (+8,06%) e sono state riammesse anche le Immsi che, con un rialzo del 316,67%, vengono scambiate a 2,5 euro.