PfAwards, consulenti premiati per il valore delle competenze

29 Novembre 2018, di Alessandro Piu

Con l’entrata in vigore della normativa Mifid 2 le competenze dei consulenti finanziari sono diventate ancora più importanti per fare la differenza nei confronti della clientela. ProfessioneFinanza ha premiato proprio queste competenze nella sesta edizione dei PFAwards, conclusasi ieri a Milano.

“I PFAwards – ha commentato Jonathan Figoli, amministratore delegato di ProfessioneFinanza – mettono in luce l’elemento cardine di tutta la consulenza finanziaria: il valore aggiunto riconosciuto dai clienti. L’individuazione delle eccellenze del settore rappresenta anche un’ottima opportunità per il mercato della consulenza e proprio in questa direzione stiamo lavorando con il progetto LaMiaConsulenza.it, il portale che consente al cliente finale la possibilità di entrare in contatto con i migliori professionisti nelle specifiche aree consulenziali”.

I premi dell’edizione 2018 dei PFAwards sono stati assegnati a Marco Miscischia di Banca Generali, Filippo Bertacche di Banca Intermobiliare, Maria Marano e Donato Loria di Widiba e Alex Chiabrera di Solfin, professionisti che hanno ottenuto i migliori piazzamenti all’interno di tutte e 4 le categorie consulenziali.

Nelle singole categorie hanno ottenuto il miglior punteggio Filippo Bertacche in Consulenza finanziaria, Pietro Arienzo in Competenze professionali, Donato Loria in Consulenza patrimoniale e Gestione della relazione.

Sempre a un consulente di Widiba, Noemi Zirpoli, è andato il riconoscimento per la migliore strategia social.

Il premio per il miglior intermediario (Top intermediario), i cui consulenti hanno ottenuto i migliori piazzamenti nelle quattro categorie è andato a Widiba.

L’edizione 2018 dei PFAwards ha visto la partecipazione record di 1.416 professionisti con l’assegnazione complessiva di 175 medaglie nelle quattro categorie di riferimento: consulenza finanziaria, consulenza patrimoniale, competenze professionali e gestione della relazione.

L’attento processo di selezione è avvenuto in 3 fasi: un questionario di valutazione online, un elaborato scritto e, infine, un colloquio orale. I professionisti sono stati valutati da un comitato scientifico composto da 36 autorevoli docenti ed esperti.

“I PFAwards sono l’unica iniziativa del settore certificata Uno En Iso 9001:2015 e l’unica, a differenza di altre, che ha come criterio fondamentale di valutazione le reali competenze tecniche e relazionali dei consulenti finanziari e patrimoniali in gara. Quindi non prendiamo in considerazione masse gestite, rendimenti o reti di appartenenza”

ha sottolineato Figoli.