PERICOLO: ALTRO PESANTE CROLLO IN VISTA

5 Settembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

Un altro ribassista si aggiunge alla nutrita schiera degli “apocalittici”, che prevedono tempi grami per la borsa e i mercati finanziari. Ma del resto, tutti lo sappiamo, piu’ sono i menagrami in borsa, piu’ aumentano le chance che gli indici scattino al rialzo, per la nota legge “contrarian” secondo cui un sentiment molto negativo crea grandi opportunita’ di guadagano.

Il primo milione (di euro) e’ sempre il piu’ difficile. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Stavolta comunque il “gufo” di turno e’ uno che non ha mai brillato per ottimismo nemmeno quando le cose andavano bene: Jeremy Grantham, chairman della banca d’investmento GMO, dove e’ anche responsabile dei prodotti “quantitativi” (quelli che hanno perduto di piu’ durante la crisi di agosto) e delle strategie di investimento. Anche se il “credit crunch” passasse senza provocare catastrofi, scrive Grantham in un articolo intitolato Danger: Steep drop ahead pubblicato da www.cnn.com, i prezzi di azioni, bonds e case hanno ancora molta strada da compiere nella loro caduta al ribasso.

Ecco l’articolo: Danger: Steep drop ahead