Partecipate pubbliche: sotto controllo del Mef oltre il 53% degli addetti

30 Dicembre 2020, di Alessandra Caparello

Nel 2018 le unità economiche partecipate dal settore pubblico sono 8.510 e impiegano 924.068 addetti, in calo rispetto al 2017 del 6,7% per le unità e del 4,4% per gli addetti. Stabile invece rispetto al 2017 la quota di controllate pubbliche (53,2%). Il Ministero dell’Economia e delle Finanze si riconferma l’ente più rilevante visto che controlla oltre il 53,8% degli addetti delle imprese a controllo pubblico.

Così emerge dal report dell’Istat sulle Partecipate Pubbliche in Italia, una fotografia chiara e lucida secondo cui la dimensione media delle 6.085 imprese attive partecipate, operanti nei settori tipici dell’economia di mercato dell’industria e dei servizi, è di 146 addetti, 406 per le società per azioni.

In merito ai modelli prevalenti di organizzazione societaria pubblica, nel 2018, il 30% delle partecipate è costituito infatti con forma giuridica di società per azioni (83,7% degli addetti); il 43,5% è organizzato in società a responsabilità limitata (9,1% degli addetti), il 18,2% in Consorzi di diritto privato e altre forme di cooperazione tra imprese (2,6% degli addetti), il 6,1% è composto da società cooperative (3,1% di addetti), il rimanente 2,1% include aziende speciali, aziende pubbliche di servizi, Autorità indipendenti ed Enti pubblici economici (1,4% di addetti).

Partecipate pubbliche: il maggior numero è al Nord Ovest

Negli ultimi anni il numero di imprese attive a partecipazione pubblica si è ridotto notevolmente, con una flessione del 19,7% rispetto al 2012. Tra il 2017 e il 2018 la riduzione è del 3,6%, con variazioni che oscillano a livello territoriale tra il-6,7% del Centro e il -3,6% del Sud. La maggiore concentrazione di addetti si conferma nel Centro Italia (52,6% del totale) dove sono presenti il 23,5% delle imprese partecipate.

Il maggior numero di imprese partecipate è il Nord-ovest (27,9%), che impiega il 23,3% di addetti e presenta una dimensione media di 122 addetti. Tra le regioni è la Lombardia ad avere il maggior peso in termini di partecipate pubbliche (17,4%), con il 12,3% degli addetti e una dimensione media di 103 addetti.

Il settore di attività economica con il maggior numero di imprese attive partecipate è quello delle Attività professionali, scientifiche e tecniche (con il 14,4% di imprese e il 2,5% di addetti), seguito da quello della Fornitura di acqua, reti fognarie, attività di trattamento dei rifiuti e risanamento (12,4% di imprese e 10,9% di addetti). In termini di addetti il settore più rilevante è invece il Trasporto e magazzinaggio (10,5% delle imprese partecipate e 31,6% di addetti).