Paris Haute Couture: Georges Hobeika

24 Gennaio 2023, di Margherita Calabi

La collezione primavera-estate 2023 è una celebrazione del savoir-faire artigianale della maison libanese Georges Hobeika, con silhouette che riflettono un senso di disinvoltura e modernità

A cura di Redazione Wall Street Italia 

Intesa come una celebrazione del savoir-faire della Maison Georges Hobeika, la collezione Haute Couture primavera-estate 2023 che ha sfilato al Palais de Tokyo di Parigi esalta l’importanza delle relazioni e delle interazioni tra famiglia e amici. Alla base di questo concetto c’è la collaborazione familiare tra i co-direttori creativi Georges e Jad Hobeika e il forte legame l’atelier e l’archivio del marchio.

Ad enfatizzare il senso di amore e connessione è il casting: una serie di amici della Maison sfilano come coppie creando l’esperienza di un momento irripetibile. In passerella compaiono Leonie Hanne, Gabrielle Caunesil, Lorena Vergani, Jessica Kahawaty e sua madre, Cynthia Samuel e Adam Bakri, Ameni Esseibi, Diala Makki e Twins Hadban. Il ricco patrimonio che riunisce i 30 anni di creatività della Maison costituisce la base per gli oltre settanta look, dove la maestria artigianale si traduce in capi con una nuova leggerezza adatti ad una generazione contemporanea di clienti couture.

Georges Hobeika Haute Couture, primavera-estate 2023

Le silhouette riflettono un senso di disinvoltura e modernità: gli abiti sembrano fluttuare sul corpo, mentre una scollatura ispirata a Maria Antonietta opta per il tocco fresco di una forma a tuta. Il ricamo ornato, sinonimo dell’eredità della Maison, crea magici effetti trompe-l’œil: goccioline d’acqua smerigliate, rombi a cascata e un’esplosione eterea di piume fluttuanti. La palette di colori presenta gli essenziali gialli, rosa e blu accanto al classico bianco e nero, con giochi di trasparenze e contrasti. Infine, catene d’oro e d’argento e intricati ricami evocano i legami tra gli individui, mentre i motivi tratti dalla natura – la testa di un cavallo, uccelli e piume -, riecheggiano i felici ricordi d’infanzia di Jad Hobeika.

Georges Hobeika Haute Couture, primavera-estate 2023