Palazzo Avino. Sogno mediterraneo

11 Agosto 2021, di Redazione Wall Street Italia

È arroccato su uno dei punti più scenografici della Costiera Amalfitana il luxury hotel con panorami mozzafiato e atmosfere da Dolce Vita

A cura di Francesca Gastaldi

Situato su un promontorio con vista panoramica sul mar Tirreno, Palazzo Avino a Ravello è senza dubbio una location d’eccezione in Costiera Amalfitana. L’hotel a cinque stelle nasce nel 1997 dal sapiente recupero di Palazzo Sasso, un’antica dimora del XII secolo. “La residenza”, racconta Mariella Avino, co-proprietaria e managing director dell’hotel, “apparteneva a una famiglia nobile toscana che inaugurò in forma privata la tradizione dell’accoglienza, ospitando tra le mura della dimora scrittori, artisti e viaggiatori”.
A rendere unico quest’indirizzo storico dell’hôtellerie di lusso è l’eccezionale posizione quasi sospesa sul golfo, a 350 metri sul livello del mare, ma anche i suoi interni tra archi acuti, terrazze panoramiche e atmosfere da Dolce Vita. Dettagli di charme si ritrovano nelle 43 camere, di cui 11 suite, tutte decorate con ceramica di Vietri artigianale e arredate con tappeti e mobili d’epoca. 


Le sorelle Attilia e Mariella Avino


La suite Belvedere

Nel 2020 è stata l’interior designer Cristina Celestino a reinterpretare sette stanze dell’hotel, dando vita a un’esclusiva capsule collection nata da un’attenta ricerca sui materiali originali dell’epoca. “Il cotto bianco, in modo particolare”, racconta Mariella Avino, “è stato scelto come elemento predominante per lasciare spazio a tutta la bellezza del panorama circostante”. Tra le camere più scenografiche vi è la Suite Belvedere, parte della collezione firmata da Cristina Celestino: realizzata nelle tonalità del corallo, acquamarina e sabbia, con un’ampia zona soggiorno e una camera da letto contraddistinta da tre grandi archi, questa suite culmina nella grande terrazza vista mare con jacuzzi. A ospitare i più importanti pezzi d’antiquariato dell’hotel è la Suite Orizzonte, un tempo l’antica biblioteca dell’albergo, caratterizzata da una dormeuse del Seicento e da un antico camino.

La terrazza privata con jacuzzi della Suite Belvedere

Oltre alla Spa e alla piscina riscaldata con vista panoramica, entrambe nei giardini dell’hotel, Palazzo Avino ospita anche un ristorante stellato. Si tratta del Rossellini’s, una stella Michelin, uno dei luoghi più romantici dell’intera Costiera Amalfitana. Qui è possibile assaporare ricette gourmet ispirate alla grande tradizione del territorio. Tra i piatti da provare vi è anche la spigola in argilla. “Si tratta di una ricetta semplice che ha alla base una speciale cottura ideata dal nostro chef: il trancio di spigola viene cotto al vapore all’interno di un contenitore di argilla che mantiene così tutti i profumi e gli aromi delle spezie utilizzate per condirlo”. Dopo le 18 è imperdibile una pausa al Lobster and Martini Bar: diventato ormai un luogo cult per l’aperitivo, qui è possibile gustare aragosta accompagnata da un Martini, o meglio, da uno dei 100 cocktail Martini presenti nel menù.


Gli interni di The Pink Closet

Il nuovo laboratorio creativo.Parte di Palazzo Avino è anche The Pink Closet, boutique eclettica realizzata dall’architetto Cristina Celestino e curata da Mariella Avino. Concepita come una sorta di ‘armadio del viaggiatore’, all’interno e da poco anche online è possibile trovare abiti, accessori ma anche pezzi d’arredo artigianali provenienti da tutto il mondo. Grazie alla collaborazione con artisti internazionali, la boutique è diventata un vivace laboratorio creativo. “Il mio desiderio era quello di creare un luogo in cui i giovani designer potessero trovare spazio per la loro libera espressione”, racconta Mariella Avino. Tra i pezzi unici creati appositamente per The Pink Closet spiccano gli abiti in seta vintage di Caterina Gatta e le mules di Giannico.

L’articolo integrale è stato pubblicato sul numero di luglio del magazine Wall Street Italia