Open banking, Intesa e Sella lanciano app che riunisce tutti i conti bancari

27 Febbraio 2020, di Mariangela Tessa

Tutti i conti correnti, anche di banche diverse, potranno essere gestite da una sola app. Da oggi Intesa Sanpaolo mette a disposizione dei propri clienti XME Banks, l’aggregatore finanziario che permette di collegare i conti e le carte di qualsiasi banca all’interno del sito e dell’APP Mobile Intesa Sanpaolo.

Non sarà più necessario passare da un’applicazione all’altra, o accedere a siti Internet di banche diverse, per visualizzare i saldi e i movimenti dei propri conti correnti o delle proprie carte di credito.

Con XME Banks i clienti Retail e Private di Intesa Sanpaolo potranno gestire tutti i propri rapporti bancari – anche quelli con altre banche – semplicemente entrando nell’APP Mobile di Intesa Sanpaolo, o nell’Home Banking del Gruppo, per controllare la disponibilità, monitorare le categorie di spesa e gestire le proprie finanze.

Mossa analoga arriva da Banca Sella, che in un comunicato stampa ha spiegato:

“Grazie al nuovo servizio di account aggregation, che sarà operativo a partire dai prossimi giorni, i clienti di Banca Sella che accedono al proprio conto corrente da app o da internet banking potranno consultare le informazioni relative a tutti i conti di cui sono titolari, anche di altre banche. A breve, inoltre, il nuovo servizio di open banking di Banca Sella avrà un ulteriore evoluzione e consentirà di fare operazioni come i bonifici da tutti i conti aggregati” annuncia l’istituto bancario in una nota.

Ma come funziona il nuovo servizio?

Una volta entrati nel proprio conto corrente – spiegano da Sella – tramite app o internet banking, per aggregare altri conti, anche di altre banche, basterà cliccare sull’apposita voce del menu.
In questo modo sarà possibile avere un unico punto d’accesso alle proprie finanze, consultando il saldo complessivo o dei singoli conti, la lista dei movimenti e suddividere in categorie le entrate e le uscite in modo da organizzare al meglio la gestione del proprio denaro.

I nuovi servizi account aggregator si inseriscono all’interno della trasformazione degli istituti di credito in open banking. Trasformazione favorita dalla recente normativa dalla direttiva europea Psd2.

.