OMS: Coronavirus possiamo fermarlo. Aumentano i guariti

5 Febbraio 2020, di Alessandra Caparello

Il 99% dei casi di coronavirus si trova in Cina, mentre nel resto del mondo abbiamo solo 176 casi. Così ha dichiarato il capo dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus.

OMS: “Abbiamo finestra per agire”

Secondo i numeri aggiornati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità globalmente ci sono oggi 20.630 casi confermati, di cui 3241 nuovi e solo 20,471 in Cina con 3235 nuovi. Il mondo ha una “finestra di opportunità” per fermare la diffusione del nuovo micidiale virus, dicono dall’Oms elogiando la Cina per le misure drastiche adottate finora che hanno offerto la possibilità di interrompere la trasmissione del virus.

Ciò non significa che non peggiorerà afferma Ghebreyesu ma, “di sicuro abbiamo una finestra di opportunità per agire”.

In Cina aumentano i guariti

Intanto secondo gli ultimi dati aggiornati della Commissione sanitaria nazionale cinese (Nhc), i  pazienti affetti da coronavirus che sono guariti e sono stati dimessi con successo dagli ospedali in Cina sono arrivati a 898 (+268), mentre i decessi sono saliti a quota 492 (+67 a partire da ieri). La provincia cinese dell’Hubei resta il primo e principale focolaio dell’epidemia registrando finora 479 morti e 520 guarigioni su oltre 16000 contagi.

La Cina ringrazia 21 Paesi tra cui l’Italia “per la comprensione sincera e amichevole, il sostegno e l’aiuto della comunità internazionale” come ha sottolineato la portavoce del ministero degli Esteri Hua Chunying.

“L’Unicef ha donato forniture per la prevenzione e il controllo. Altri governi hanno espresso la volontà di donare forniture. Inoltre, gli amici di molti paesi ci hanno offerto supporto in vari modi”.

Nel frattempo sono invariate le condizioni dei coniugi cinesi ricoverati da una settimana all’ospedale Spallanzani di Roma che ha isolato il virus. La coppia si trova ancora in terapia intensiva.