Yemen, ribelli filo iraniani uccidono ex presidente e prendono controllo capitale

4 Dicembre 2017, di Daniele Chicca

Dopo anni di guerra civile, il conflitto che ha assunto portata e valore internazionali in Yemen tra ribelli filo iraniani e forze governative sostenute dai sauditi è a una svolta. I militanti anti governativi Houthi hanno preso il controllo della capitale Sanaa. Lo riferiscono i media citando fonti interne al ministero dell’Interno.

I ribelli sciiti hanno anche ucciso l’ex presidente Ali Abdullah Saleh, notizia appena confermata ad Al Arabiya da un funzionario del partito. Le forze degli Houthi hanno fatto saltare in aria la casa di Saleh nella captiale dello Yemen e successivamente hanno subito l’attacco aereo dei jet della coalizione filo governativa guidata dai sauditi.