Wto: in caso di Brexit salteranno accordi commerciali con 58 Paesi

25 Maggio 2016, di Alberto Battaglia

“Quasi tutto il commercio che il Regno Unito ha con il resto del mondo andrebbe il qualche modo rinegoziato” in caso di Brexit; così il direttore generale del World Trade Organisation, Roberto Azevêdo. L’accesso agli altri mercati, il livello dei dazi sui vari prodotti, le quote sulle esportazioni dell’agricoltura e una serie di altre regole che l’Ue aveva fissato negli anni con i partner commerciali del Wto andrebbero, dunque, rivisti e non potrebbero essere semplicemente “copiati e incollati”, avverte il direttore in un’intervista al Financial Times.
Ad esempio, un’uscita dall’Ue significherebbe per il Regno Unito dire addio ai trattati commerciali che l’Europa ha concluso con 58 Paesi: il risultato sarebbe che, reciprocamente, fra questi e la Gran Bretagna risalirebbero le barriere commerciali antecedenti a tali trattati, con maggiori dazi sulle importazioni da ambo le parti.