Vaticano: 13 nuove inchieste anti riciclaggio

15 Dicembre 2015, di Daniele Chicca

Nella lotta alle attività illecite dello Ior, la banca del Vaticano, la procura dello staterello della Chiesa Cattolica ha in corso 13 nuove inchieste contro persone accusate di riciclaggio di denaro sporco e hanno congelato e sequestrato 11 milioni di euro di beni per un valore di 11 milioni di euro.

Il comitato Moneyval del Consiglio europeo ha condotto un rapporto per scoprire se le norme internazionali sono rispettate o meno dalla Santa Sede nelle sue misure anti riciclaggio e contro i possibili finanziamenti di gruppi criminali e terroristi.

Il risultato è stato soddisfacente e il comitato ha persino lodato il Vaticano per gli sforzi compiuti e l’inasprimento delle misure per colmare il vuoto di legalità del passato. Le scorciatoie illeciti del 2012 non stanno scomparendo del tutto, tuttavia. A livello di trasparenza c’è ancora tanto da fare per Papa Francesco.

Non è ancora chiaro come le leggi vengano implementate in Vaticano, però, dal momento che gli inquirenti non hanno ancora condannato una sola persona nonostante le 25 indagini aperte, metà delle quali appena avviate quest’anno.