Vaccino J&J, ok dell’Ema. Anche se nesso con le rare trombosi è “possibile”

20 Aprile 2021, di Alberto Battaglia

Anche per il vaccino J&J “i benefici superano i rischi”, ha affermato l’Agenzia europea dei medicinali (Ema), che oggi ha dato il via libera al siero Janssen.

“C’è un’associazione forte e chiara tra la vaccinazione” col siero di Johnson & Johnson ed i casi molto rari di trombosi cerebrale, ha tuttavia affermato, la presidente della commissione di farmacovigilanza dell’Ema, Sabine Straus. Il nesso-causa effetto resta un’eventualità “possibile”.

Tutti gli episodi di trombosi cerebrale “si sono verificati in persone di età inferiore a 60 anni entro tre settimane dalla vaccinazione” con il siero di Johnson & Johnson, “la maggioranza nelle donne”.

“Il comitato per la sicurezza dell’Agenzia europea del farmaco (Ema) ha concluso che alle informazioni” del bugiardino “sul prodotto per il vaccino Janssen”, della Johnson &Johnson, “dovrebbe essere aggiunto un avvertimento su coaguli di sangue insoliti con piastrine basse. Inoltre gli eventi dovrebbero essere elencati come effetti collaterali molto rari del vaccino”.