Usa, prezzi import in calo: era dal 2007 che Cina non esportava tanta deflazione

13 Giugno 2019, di Livia Liberatore

I prezzi import Usa hanno registrato a maggio una variazione negativa del -1,5 per cento su base annua. Rispetto ad aprile, secondo il Bureau of Labour Statistics americano, i prezzi import hanno registrato una variazione negativa dello 0,3% del mese precedente. Il dato è sotto le attese degli analisti che indicavano una discesa dello 0,2%.

Al netto delle importazioni di petrolio i prezzi import hanno registrato un -0,3 per cento rispetto al mese precedente. La Cina ha esportato la maggiore deflazione da settembre 2007 (vedi grafico).