Usa: manifatturiero in crescita, ma spese costruzioni si contraggono a sorpresa

1 Febbraio 2017, di Daniele Chicca

Segnali di crescita per il settore manifatturiero americano a inizio anno. L’indice Pmi stilato da Markit – si tratta del dato finale – è salito in gennaio a 55 punti da 54,3. L’indice Ism dello stesso comparto è invece cresciuto ai livelli più alti da novembre 2014.

Si sono invece ridotte a sorpresa le spese per le costruzioni negli Stati Uniti: la variazione è stata del -0,2% mentre ci si aspettava un risultato positivo del +0,2%. Il risultato complessivo è stato di 1.180 miliardi di dollari spesi nelle costruzioni immobiliari.

Sui mercati gli indici azionari hanno consolidato i guadagni con il Dow Jones che guadagna più di 100 punti nei primi scambi. Sul Forex, il dollaro Usa si sta rafforzando dopo la pubblicazione dei dati macro. L’indice che misura la prova del biglietto verde contro le principali valute rivali è in aumento dello 0,5% a quota 100. Il tasso di cambio euro dollaro quota invece 1,0743 dollari, in calo rispetto alla chiusura di ieri. Con 113,89 yen si ottiene un dollaro.