Usa, Ism servizi rileva una maggior espansione rispetto al previsto ad agosto

5 Settembre 2019, di Alberto Battaglia

L’Institute for Supply Management’s (Ism) ha pubblicato il suo rapporto sull’indice Pmi non manifatturiero, segnalando un’espansione dell’attività attesa dal settore superiore alle attese: si è passati dai 53,7 punti di luglio ai 56,4 punti del mese scorso, a fronte di una stima degli economisti attestata a 54 punti. Ogni lettura superiore a 50 indica un miglioramento del business atteso.

“Il tasso di crescita del settore non manifatturiero è rimbalzato dopo due mesi consecutivi di ripensamento. Gli intervistati rimangono preoccupati per le tariffe e l’incertezza geopolitica; tuttavia, sono per lo più positivi sulle condizioni commerciali”, ha osservato l’Ism nella sua pubblicazione.

Il dato ha contribuito a rinforzare il Dollar Index, che pur rimane in calo dello 0,2% e a incrementare l’aumento dei rendimenti sui Treasuries. Lo S&P 500 ha accelerato rispetto all’apertura portandosi in rialzo dell’1,58%.