Usa, fallisce radio maggiore del Paese

15 Marzo 2018, di Livia Liberatore

Cattive notizie per il più grande conglomerato radiofonico negli Stati Uniti iHeartMedia, che controlla 856 stazioni radio Usa e impiega 17.000 lavoratori in tutto il mondo. La radio ha ceduto all’enorme peso del debito e ha richiesto una protezione da fallimento. Dopo aver tentato di negoziare un accordo con i creditori dallo scorso marzo, iHeart ha dichiarato in un comunicato di aver raggiunto un’intesa di principio con gli investitori che detengono più di $ 10 miliardi del suo debito, insieme ai suoi proprietari di private equity. Il patto, inteso a dare all’azienda un quadro per una riorganizzazione più rapida, taglierebbe il debito di iHeart di oltre $ 10 miliardi.