Usa: creati solo 98 mila posti di lavoro, disoccupazione al 4,5%

7 Aprile 2017, di Daniele Chicca

Solo 98 mila posti di lavoro sono stati creati a marzo negli Usa, aumentando le pressioni sulla Casa Bianca e sulla Federal Reserve. Deluse le attese del mercato. Disoccupazione scesa al 4,5% ai minimi da maggio 2007. Dollaro e azionario accusano il colpo.

Le stime degli economisti interpellati da Bloomberg erano per un risultato pari a +185 mila posti di lavoro il mese scorso, il dato più basso dell’anno dopo i 235 mila posti creati a febbraio e i 227 mila nuovi impieghi di gennaio. Quanto al tasso di disoccupazione, le stime erano per un valore invariato al 4,7%, stesso livello mantenuto fin qui tutto l’anno. Sui salari orari medi, il vero punto debole del report negli ultimi anni, le stime erano per un incremento dello 0,2%, dopo il +0,2% di febbraio e il +0,3% di gennaio.

Sui mercati quando manca un’ora all’avvio di Wall Street, i future sui principali indici di Borsa scambiano in calo, aggravano le perdite iniziali. Euro vira in positivo dopo che scambiava in lieve ribasso sul dollaro, rendimenti dei treasuries a 10 anni al 2,31%, in flessione di tre punti base. Il due anni cede due punti base.