Usa: balzano i nuovi cantieri, ma costruttori ancora scossi dal crash

19 Luglio 2016, di Laura Naka Antonelli

Buone notizie dal fronte del mercato immobiliare Usa.

Reso noto l’avvio dei nuovi cantieri, con il dato di giugno che ha messo in evidenza un rialzo +4,8% a 1,18 milioni di unità, meglio degli 1,17 milioni attesi.

Rivisto al ribasso tuttavia il dato di maggio, da 1,6 milioni di unità inizialmente riportate a 1,14 milioni.

I permessi di costruzione, che anticipano il trend del mercato immobiliare nel futuro, sono saliti +1,5% al valore annuo di 1,15 milioni.

In media, i nuovi cantieri del secondo trimestre oscillano attorno a una media di 1,16 milioni, in crescita rispetto agli 1,15 milioni del primo trimestre. Tuttavia i permessi si aggirano attorno a 1,14 milioni di unità.

L’atteggiamento dei costruttori di case continua a essere contrassegnato tuttavia dalla paura.

Come ha scritto Ian Stepherdson, responsabile economista di Pantheon Macro,il comportamento continua a ricalcare quello adottato durante il crash. Nessuno vuole lasciarsi sorprendere da scorte in eccesso, nel caso di un improvviso cambiamento della domanda. In questo ciclo, la ricerca della quota di mercato e dei volumi è meno importante rispetto alla reddività e alla resistenza del bilancio, fa notare l’analista.