Uova contaminate, due nuovi casi in Italia scoperti dai Nas

23 Agosto 2017, di Alberto Battaglia

Il caso delle uova contaminate dall’insetticida proibito fipronil conta due nuovi casi, portati alla luce dai Nas dei carabinieri. Le unità di Viterbo e Ancona hanno sequestrato in tutto 60mila uova destinate all’alimentazione umana (53mila nel caso viterbese), più 32mila per l’alimentazione zootecnica. Si ipotizzano i reati di attentato alla salute e immissione in commercio di alimento adulterato a carico dei proprietari degli allevamenti (3 i capannoni sequestrati e 27mila le galline).