Unicredit apporterà più licenziamenti del previsto

10 Novembre 2015, di Daniele Chicca

ROMA (WSI) – Secondo le ultime indiscrezioni stampa sono 14 mila i posti di lavoro che la prima banca d’Italia si appresta a tagliare nell’ambito di un piano di risparmi da 1,1 miliardi di euro.

I 14.000 licenziamenti di Unicredit stimati sono una somma più alta dei 12 mila citati dal Sole 24 Ore, che ieri parlava di un piano da 1 miliardo di euro di risparmi. La metà di questi posti che verranno eliminati, stando al resoconto del Messaggero, edizione cartacea, sono in Italia.

La prima banca italiana per fatturato si prepararebbe inoltre a mettere sul mercato alcune delle sue attività, sia in Italia sia all’estero. Il nuovo programma di riduzione dei costi ammonterebbe a 1,1 miliardi di euro.

Il mercato finanziario continua a premiare l’ipotesi, che se confermata dovrebbe consentire all’istituto di credito di scongiurare nuovi aumenti di capitale. Il titolo del gruppo guadagna più dell’1% in avvio di seduta a Piazza Affari, attestandosi a 5,895 euro.