Ue su fondo Atlante, Vestager: “non sono aiuti di Stato”

20 Aprile 2016, di Alberto Battaglia

“Non credo che il governo italiano faccia scelte per evitare le regole sugli aiuti di Stato”, così la commissaria europea alla concorrenza, Margarethe Vestager interrogata sull’operazione del Fondo Atlante, “credo stiano cercando di trovare il modo migliore per far progredire il loro sistema bancario”.

E’ un’apertura importante quella della commissione Ue su Atlante, il fondo incaricato di coadiuvare gli aumenti di capitale e la dismissione dei crediti deteriorati dai bilanci delle banche italiane.

L’intervento diretto dello Stato è presente solo nei 500 milioni che la Cassa Depositi e Prestiti metterà nel Fondo Atlante, le cui partecipazioni sono, in massima parte, private.