Ue, posti di lavoro vacanti in calo nel primo trimestre. Italia penultima per opportunità d’impiego

16 Giugno 2020, di Alberto Battaglia

Il tasso dei posti di lavoro vacanti nell’Unione Europea, che esprime il rapporto dei posti di lavoro disponibili in rapporto ai posti di lavoro totali, è sceso dal 2,2 all’1,9% nel primo trimestre del 2020, avendo risentito dell’emergenza coronavirus; lo ha comunicato Eurostat.

Il Paese Ue che presenta più posti di lavoro disponibili è la Repubblica Ceca, seguita da Belgio e Austria. In coda alla classifica ci sono, nell’ordine, Bulgaria, Irlanda, Italia e Polonia.