Ue lancia ultimatum a Facebook su trattamento dati

21 Settembre 2018, di Mariangela Tessa

Sale la tensione tra Facebook e la Commissione Ue sull’utilizzo dei dati personali.

“La mia pazienza ha un limite. Facebook mi aveva assicurato che avrebbe corretto entro dicembre le condizioni contrattuali ingannevoli: questa cosa è andata avanti per troppo tempo. Ora è il tempo di agire, non di fare promesse. Se i cambiamenti richiesti non verranno attuati in pieno entro fine anno, chiederò alle autorità di tutela dei consumatori di agire rapidamente e di sanzionare la società”.  ha detto  la commissaria europea alla Giustizia e alla Tutela dei consumatori Vera Jourova che ieri è tornata  a fare pressione sulla multinazionale californiana affinché renda più chiare i termini e le condizioni relative al servizio reso. 

Per la Commissione europea, le condizioni forniscono una presentazione “ingannevole” delle principali caratteristiche dei servizi forniti da Facebook. In assenza di provvedimenti, Jourova ha detto che Commissione Ue chiederà alle autorità di tutela dei consumatori di intervenire con sanzioni.