Cancro, Ue abbandona guerra all’acrilamide, dopo pressing gruppi alimentari

27 Ottobre 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – La Commissione europea ha abbondato i piani per mettere un limite alla presenza di acrilamide all’interno dei cibi a seguito a forti pressioni da parte di alcuni gruppi alimentari per annacquare la proposta di legge. Lo riferisce il quotidiano inglese The Guardian. Le lobby non riconoscono la pericolosità dell’acrilamide, non si tratta di un rischio per la salute perché non causa tumori.

L’acrilamide è una sostanza chimica che si forma negli alimenti amidacei durante le cotture ad alta temperatura. Sarebbero a rischio tossicità patatine fritte, toast, hamburger e prodotti da forno. L’acrilamide, secondo alcuni studi, modifica il DNA umano causando tumori.