Turchia, stretta sulla libertà di espressione sui social network

29 Luglio 2020, di Alberto Battaglia

Il parlamento turco ha approvato una legge che aumenterà il controllo nazionale sui social media. Alle piattaforme che contano oltre un milione di utenti unici, come Facebook o Twitter, sarà richiesta la nomina di un referente locale, il cui incarico sarà vigilare sui contenuti postati dagli utenti e di disporne, eventualmente, la rimozione in caso di mancato rispetto delle leggi turche. Secondo vari gruppi per i diritti umani la nuova legge potrebbe mettere in pericolo la libertà di espressione e la circolazione di informazione indipendente.